S.Elpidio a Mare: ordinanza anti prostituzione, elevate otto contravvenzioni

lucciola 1' di lettura 28/11/2009 - Sanzioni pecuniarie lungo Strada Fratte Continua l’operazione di contrasto del fenomeno della prostituzione al fine di garantire la quiete pubblica e la sicurezza dei residenti elpidiensi (e non solo) lungo strada Fratte (in territorio di Sant’Elpidio a Mare) attraverso l’ordinanza sindacale n. 125 del 21 settembre 2009.

Fra il 24 ed il 28 novembre scorsi i carabinieri della Stazione di Sant’Elpidio a Mare hanno elevato altre otto contravvenzioni (con sanzione da 500 euro ciascuna) ad altrettante persone che hanno contravvenuto al provvedimento. In particolare si è trattato di quattro avventori colti nel momento di consentire la salita di soggetti dediti alla prostituzione a bordo del proprio veicolo e di quattro prostitute accusate di aver assunto “atteggiamenti e comportamenti che manifestavano inequivocabilmente l’intenzione di adescare clienti o esercitare l’attività di meretricio”.



L’ordinanza prevede in dettaglio che “in tutto il territorio comunale è vietato concordare prestazioni sessuali a pagamento o intrattenersi solo per chiedere informazioni a chi esercita tale attività su strada o che per l’atteggiamento, o per l’abbigliamento o per le modalità comportamentali, manifestano comunque l’intenzione di esercitare l’attività consistente in prestazioni sessuali. Vietato anche fermarsi rimanendo nell’abitacolo dell’auto solo per contattare chi svolge il meretricio o consentirne l’ingresso nel mezzo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2009 alle 16:47 sul giornale del 30 novembre 2009 - 1213 letture

In questo articolo si parla di attualità, lucciola, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare





logoEV
logoEV