Porto S. Giorgio: Viale Cavallotti, la risposta di Agostini e Del Vecchio

comune di porto san giorgio 2' di lettura 27/11/2009 - In merito alla presa di posizione del Comitato per la salvaguardia delle piante di Viale Cavallotti, il sindaco Andrea Agostini ed il vicesindaco Carlo Del Vecchio commentano la lettera del servizio ambiente e paesaggio della Regione Marche.

“La lettera del servizio ambiente e paesaggio della Regione Marche – commenta il primo cittadino sangiorgese – mi è stata anticipata a mezzo posta elettronica il 19 novembre scorso. In un passaggio, si legge che si sono effettuate già in passato nella Regione Marche esperienze di ancoraggio degli alberi come quella proposta nell’indagine preliminare per Viale Cavallotti dal dottor Alberto Schiavon. Ringraziando per la collaborazione, ho scritto il giorno stesso una mail, chiedendo di indicarmi le aree geografiche delle Marche dove l’ancoraggio dei alberi sarebbe stato praticato, così da potervi compiere un sopralluogo e verificare la bontà di tale intervento. A quella richiesta non ho avuto riscontro, sono ancora in attesa di una risposta”.


Più duro il commento del vicesindaco e assessore all’ambiente Carlo Del Vecchio. “Su una cosa sono d’accordo con il Comitato: la questione è totalmente politica. Lo dico da mesi, ora non ho più dubbi. I componenti del Comitato per la salvaguardia degli alberi di Viale Cavallotti dicono che la lettera della Regione per loro è ‘importantissima’. Lo credo bene, tant’è che se la sono scritta praticamente da soli. Per conto del dirigente della Regione, architetto Minetti, la lettera è firmata dalla dottoressa Silvia Catalino. Cioè una componente del Comitato per la salvaguardia degli alberi, nonché moglie dell’ex assessore dei Verdi e oggi presidente della Comunità dei Sibillini Massimo Marcaccio. Quindi il Comitato scrive alla Regione per chiedere di prendere in considerazione lo studio del dottor Alberto Schiavon e di fatto è lo stesso Comitato a rispondere che si tratta di ‘un documento senz’altro valido’. Credo che non servano altri commenti, se non che è spiacevole che in Regione ci si presti ad un gioco chiaramente politico, dal momento che in altre città la messa in sicurezza della sede ferroviaria viene praticata senza che si levino le barricate come capita nella nostra città. Il nostro obiettivo rimane sempre quello di garantire la sicurezza nel territorio comunale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2009 alle 16:30 sul giornale del 28 novembre 2009 - 1643 letture

In questo articolo si parla di politica, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio





logoEV
logoEV