Sant\'Elpidio: pomeriggio \'fantastronomico\' in biblioteca

2' di lettura 26/11/2009 - Un compleanno ed una festa per fare cultura ed “immergersi nel mare magico” dei libri. E’ quello che accadrà sabato 28 novembre a partire dalle ore 16.00 nella Biblioteca Comunale “A. Santori” di Sant’Elpidio a Mare (in via Aldo Moro) che rimarrà eccezionalmente aperta a quanti vorranno conoscerne il ricco patrimonio.

L’occasione è proposta per l’appunto sia da un anniversario (il terzo compleanno del Polo SIP – Sistema Interprovinciale Piceno che attraverso il portale www.bibliosip.it mette in rete la variegata ricchezza libraria di ben 20 biblioteche della Provincia di Ascoli Piceno e della Provincia di Fermo che vi sono associate) che dalla celebrazione dell’anno internazionale dell’astronomia. Saranno questi infatti i due “ingredienti” di un gustoso “menù” che a Sant’Elpidio a Mare proporrà un pomeriggio “fantastronomico” fatto di proiezioni di slides sul sistema solare (ore 16.30); letture ad alta voce per bambini dai 5 ai 10 anni (a cura della bibliotecaria Simonetta Serrani), laboratori e giochi sul tema dell’astronomia (“Inventa le costellazioni”).


Nel corso dell’iniziativa sarà possibile iscriversi alla biblioteca e prendere in prestito libri da leggere a casa. La Biblioteca Comunale “A. Santori” (intitolata al noto poeta, scrittore e docente nel marzo scorso) è attiva dall’ottobre del 1993 ed ha sempre portato avanti un efficiente servizio di lettura così come allora offerto dalla biblioteca del Laboratorio di Ricerca Fotografica “L. Crocenzi” diretto da Tullio Malvestiti. La dotazione libraria a quel tempo era di 1.700 volumi e si è arricchita negli anni non solo di acquisti ma anche di contributi di cittadini, di fondazioni locali e di progetti specifici come “Baby Book: libri dai bambini per altri bambini”, promosso dall’Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione tra i bambini delle scuole primarie per la donazione dei libri dimenticati in soffitta.


Attualmente il patrimonio librario è di 10 mila volumi. Le sezioni speciali sono la cosiddetta “Stanza della parola”, dedicata alla poesia ed al teatro, con opere donate direttamente da autori nazionali ed internazionali quali Pontiggia, Pazzi, Cesare Ruffato, Paolo Ruffilli, Kiel Espmark, Villeim Van Toorn e la sezione “Museo della calzatura”, cioè il fondo librario specializzato in testi sull’arte, l’imprenditoria e la cultura calzaturiera nato con l’istituzione del Museo della Calzatura “Cav. Vincenzo Andolfi” per concorrere alla conoscenza, valorizzazione e conservazione del patrimonio produttivo caratteristico di Sant’Elpidio a Mare e del suo territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2009 alle 19:10 sul giornale del 27 novembre 2009 - 1270 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare





logoEV
logoEV