Altidona: Pagliarini, \'Si al ponte con Pedaso, ma dovrà essere ciclabile e carrabile\'

comune di altidona 1' di lettura 18/11/2009 - \"Sì al ponte con Pedaso, ma dovrà essere ciclabile e carrabile. E dovrà essere completato da due bretelle per lo smaltimento del traffico\". A parlare è il primo cittadino altidonese Graziano Pagliarini, che intende fare chiarezza su un punto molto dibattuto negli ultimi tempi nella bassa Valdaso: il collegamento tra Altidona e Pedaso.

Tra le varie ipotesi avanzate, Pagliarini ha ben chiara in testa quella che potrebbe essere la soluzione ottimale: un ponte, da realizzare a monte rispetto a quello esistente sulla statale 16, che oltre ad essere ciclopedonale sia anche carrabile. Perchè anche carrabile? Per svuotare l\'Adriatica dai mezzi pesanti che ogni giorno, a tutte le ore, transitano dentro Marina di Altidona e Pedaso, ingolfandole non poco.


Con il ponte nuovo, spiega infatti il sindaco, tir e camion dovrebbero confluire tutti lì, con la conseguenza che la statale riuscirebbe a “respirare”. Ma per fare questo, continua Graziano Pagliarini, servono due bretelle a completamento dell\'opera. Noi l\'abbiamo già inserita nel PRG, dice l\'amministratore, l\'ideale sarebbe che Pedaso facesse la stessa cosa. Il senso delle due bretelle, una per comune: vi confluirebbero i mezzi pesanti che escono dal casello A14 e quelli che arrivano dall\'entroterra valdasino.


Una volta sulle bretelle percorrerebbero il nuovo ponte senza dover passare prima sulla SS 16, intasandola. Bretella di Pedaso-ponte-bretella di Altidona: ecco il progetto firmato Pagliarini, progetto che permetterebbe ai due centri di eliminare il problema del traffico. Un ponte, dunque, che per rivelarsi davvero utile deve essere polifunzionale: questo il pensiero della sponda altidonese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2009 alle 15:01 sul giornale del 19 novembre 2009 - 1705 letture

In questo articolo si parla di politica, Comune di Altidona, stemma, Unione Comuni Valdaso