Piano casa: la Provincia supporta i Comuni

casa 2' di lettura 30/10/2009 - Si è svolto ieri mattina presso la Sala Consiliare della Provincia di Fermo un incontro voluto dall’Assessore all’Urbanistica Renzo Offidani con i Sindaci e i tecnici dei comuni fermani per condividere osservazioni e richieste di chiarimento in merito alla L.R 22/09 che applica a livello regionale le direttive del “Piano Casa” nazionale.

All’incontro hanno partecipato anche l’Ing. Pignoloni, Dirigente del Servizio Urbanistica della Provincia di Fermo e l’architetto Baffoni, Funzionario della Regione Marche per il governo del territorio per rispondere alle domande in merito all’interpretazione del testo legislativo.

Numerosi i tecnici comunali presenti in considerazione della grande responsabilità in capo agli enti locali nell’applicazione della norme in una materia così delicata che coinvolge centri storici, aree agricole e zone sottoposte a vincoli paesaggistici.

Gli obiettivi della legge sono condivisibili – ha dichiarato l’Assessore Offidani – e vanno nella direzione di un miglioramento del patrimonio edilizio esistente, attraverso la riqualificazione e la messa in sicurezza degli stabili e la loro ottimizzazione energetica. Un\'altra finalità è quella di rilanciare l’economia locale attraverso un sostegno alle piccole imprese edilizie e del relativo indotto, nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio come risorse irrinunciabili per lo sviluppo futuro di questo territorio.


È intervenuto anche il Presidente Cesetti che ha espresso condivisione per l’iniziativa, confermando la disponibilità della Provincia nel farsi portavoce del territorio Fermano per sostenere, eventualmente, la modifica della legge, in particolare quelle relative alla tempistica, che fissa in 45 giorni il termine per il recepimento della legge e l’eventuale adozione di misure restrittive da parte dei Comuni e in 18 mesi i tempi per la presentazione delle domande da parte dei privati, troppo ristretta sia secondo il Presidente Cesetti che secondo gli enti locali e i professionisti.


Intanto la Regione, in collaborazione con l’Anci, ha istituito un tavolo tecnico che sta lavorando sulle problematiche interpretative del testo normativo e potrebbe fin da subito accogliere le richieste di chiarimento provenienti dal territorio. L’Assessore Offidani, a tal proposito, ha fatto presente che l’Amministrazione Provinciale, nell’ambito delle proprie funzioni di coordinamento, è disponibile a raccogliere i quesiti e le osservazioni provenienti dai Comuni all’interno di un documento che dia organicità alle istanze del territorio fermano, e una volta sciolti i dubbi interpretativi, a fornire supporto per una modulistica unica per i tecnici e per i comuni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2009 alle 17:25 sul giornale del 31 ottobre 2009 - 1247 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo, piano casa, provincia di fermo





logoEV
logoEV