Porto San Giorgio: Agenzie di consulenza per i mezzi di trasporto, rischio tagli

comune di porto san giorgio 2' di lettura 26/10/2009 - Si è discusso nei giorni scorsi a Fermo il nuovo piano provinciale per la distribuzione delle attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto. Una programmazione che spetta al nuovo ente provinciale, che ha convocato tutti i 40 comuni del fermano. A rappresentare la città di Porto San Giorgio il dirigente Gianraffaele Cecati. Dalla riunione è emersa una bozza di riorganizzazione sulla distribuzione degli studi di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto che vedrebbe il numero di agenzie autorizzate a Porto San Giorgio scendere da 6 a 3.

Il dottor Cecati ha fatto mettere a verbale nell’occasione le proprie perplessità, e in qualità di figura incaricata dall’Amministrazione comunale di occuparsi della vicenda, ha sottolineato il netto contrasto della realtà attuale con la programmazione prevista. Inoltre ha citato gli esempi di altre città più contenute per numero di abitanti, come quelle di Monte Urano e Montegiorgio, che pur con una popolazione che corrisponde all’incirca alla metà di quella sangiorgese, avrebbero lo stesso numero di agenzie di consulenza autorizzate.

Dal sindaco Andrea Agostini l’invito alla provincia ad una revisione della programmazione. “Condivido l’intento della Provincia nella nuova pianificazione – nota il primo cittadino – vale a dire quello di fornire un’agenzia autorizzata di consulenza per i mezzi di trasporto in tutti i 40 comuni del fermano, mentre oggi ben 21 ne sono sforniti. Trovo però che da questa programmazione Porto San Giorgio esca eccessivamente penalizzata. E’ l’unica a subire un ridimensionamento così netto, da 6 a 3 agenzie, al pari di città con la metà degli abitanti. Siamo una città con un consistente traffico veicolare e se fino ad oggi si era ritenuto necessario il rilascio di autorizzazioni a ben 6 agenzie insistenti nel nostro territorio comunale, probabilmente si era ritenuto che ve ne fosse una oggettiva necessità. Invito quindi l’assessore provinciale ai trasporti a ponderare l’opportunità di evitare una riduzione così evidente”.





Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2009 alle 11:52 sul giornale del 27 ottobre 2009 - 1087 letture

In questo articolo si parla di porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio





logoEV