Porto San Giorgio: spostamento dell\'ufficio IAT, Agostini risponde a Spacca

porto san giorgio 2' di lettura 22/10/2009 - Il Sindaco esprime la preoccupazione al Governatore per l’inserimento dell’ufficio turistico di Viale Oberdan nel piano delle alienazioni della Regione

Viva preoccupazione per il piano di alienazioni di immobili di proprietà regionale, con cui si è prevista la vendita dello stabile che a Porto San Giorgio ospita l’ufficio di informazione ed accoglienza turistica. E’ quanto esprime il sindaco di Porto San Giorgio Andrea Agostini in una missiva inviata questa mattina al Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca.


“Negli ultimi giorni ho apprezzato la mobilitazione partita da questo territorio – nota Agostini – da parte di diversi schieramenti politici, segnale evidente di come la valorizzazione del territorio, la promozione turistica e il mantenimento di servizi e strutture siano temi di interesse collettivo. Ringrazio quindi il consigliere regionale Franca Romagnoli, promotrice di un’interrogazione in Regione, come l’assessore provinciale Guglielmo Massucci per l’attenzione dimostrata in questi giorni al problema.


Condivido pienamente la preoccupazione espressa a mezzo stampa dal nostro assessore al turismo Attilio Panichi ed ho ritenuto opportuno scrivere al Presidente della Regione per manifestare in forma ufficiale il dissenso della nostra città, ma credo di tutto il fermano, all’ipotesi di alienazione dell’immobile che ospita l’ufficio di informazione e accoglienza turistica”.


Nella lettera, Agostini ritiene penalizzante la soppressione dell’ufficio, ed insufficiente la compensazione fissata in una cifra di 110.000 euro a favore della Provincia di Fermo.


“Comprendo il vantaggio economico di un’operazione di questo tipo – scrive il primo cittadino - conoscendo l’appetibilità commerciale di un locale nel centro di Porto San Giorgio. Ma ritengo debba prevalere la garanzia di uffici utili per il territorio, la sua crescita e il suo indotto economico.


E’ evidente che per fornire le opportune informazioni turistiche servano sia risorse che strutture e non si può rischiare che il fermano rimanga senza la copertura di un servizio di forte utilità, capace di costituire anche un volano di crescita e promozione per l’intero comprensorio”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2009 alle 18:34 sul giornale del 23 ottobre 2009 - 1317 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio





logoEV
logoEV