Porto San Giorgio: assemblea pubblica del Partito Comunista dei Lavoratori

Partito Comunista dei Lavoratori 2' di lettura 22/10/2009 - Sabato 24 Ottobre alle ore 17,00 presso la Sala Castellani ( di fronte al Teatro ) di Porto San Giorgio si terrà una Assemblea pubblica del Partito Comunista dei Lavoratori con la partecipazione del Portavoce Nazionale Marco Ferrando e di Eugenio Gemmo della Direzione Nazionale.

Attraverso gli slogan \"VIA IL GOVERNO DI BERLUSCONI, NO AD UN NUOVO CENTROSINISTRA , GOVERNINO I LAVORATORI \" il PCL esporrà il proprio programma politico in alternativa al centrodestra e al centrosinistra, che in questi anni in perfetta alternanza hanno varato le leggi di precarizzazione del lavoro e votato guerre neo-coloniali e finanziarie antipopolari.


All\' interno della propria lotta contro le vocazioni reazionarie e plebiscitarie di Berlusconi il PCL si presenta come una presenza comunista dalla parte dei lavoratori e di tutti i colpiti dalle feroci politiche neoliberiste, mettendo in luce la distinzione determinante tra una proposta politica realmente anticapitalista e una politica di chi ( PRC e PDCI) ancora una volta, nel nome della lotta a Berlusconi, ritesse accordi di governo con i liberali nelle Regioni, e rivendica un governo nazionale persino con Casini.


L\'uscita del ministro Tremonti sul \"posto fisso\" non è solo un manifesto di ipocrisia da parte di chi ha varato le peggiori misure di tale precarizzazione di massa; né solo un insulto alle decine di migliaia di precari che il suo governo getta oggi su una strada; né solo un tassello della corsa multipla per la successione a Berlusconi.


E\' anche la misura dello spazio che le politiche confindustriali del centrosinistra hanno lasciato alle recite del populismo. Un centrosinistra paladino di Draghi e della \"flessibilità\" non solo è stato ed è nemico dei lavoratori, ma regala a un Tremonti la possibilità di irriderli con le finzioni retoriche della demagogia.


Il Partito Comunista dei Lavoratori ( PCL) propone a tutte le sinistre politiche e sindacali una grande battaglia unitaria di massa per la cancellazione di tutte le leggi di precarizzazione del lavoro varate in 15 anni da centrosinistra e centrodestra, e votate dall\'intero arco politico italiano ( da Berlusconi a Di Pietro, da Fini a Rifondazione/Pdci).


Solo questa battaglia può fare chiarezza, smascherare ogni demagogia, unire i lavoratori attorno alle proprie ragioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2009 alle 17:25 sul giornale del 23 ottobre 2009 - 978 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito Comunista dei Lavoratori





logoEV
logoEV