Università: un incontro sulla formazione

università 2' di lettura 30/09/2009 - Si è svolto mercoledì mattina un importante incontro alla Facoltà di Beni Culturali dal titolo ‘Io lavoro con i Beni Culturali’, un\'occasione preziosa per discutere di formazione, ambito nel quale la facoltà Fermana si propone come autorevole soggetto, grazie a un\'offerta formativa unica in Italia, delle possibilità occupazionali e delle prospettive di sviluppo legate ai Beni Culturali.

Un incontro in cui qualificati professionisti del settore dei Beni Culturali, sia a livello pubblico che privato, hanno raccontato la propria esperienza lavorativa, discutendone con gli studenti, i docenti e tutti gli interessati. Nell’occasione è intervenuto anche il Sindaco della Città di Fermo nonché Presidente dell’Ente Universitario del Fermano dott. Saturnino Di Ruscio che ha voluto sottolineare che: “Sia il Comune di Fermo che l’Euf investono risorse importanti per sviluppare questo Polo Universitario che rappresenta un’eccellenza di livello regionale e nazionale per lo studio dei Beni Culturali.


Fondamentale il rilancio dell’attività universitaria con la realizzazione di ben tre nuove sedi (la sede di corsi di laurea di primo livello e specialistica in Ingegneria Gestionale nella sede di Via Brunforte, il Dipartimento di Beni Culturali presso Palazzo Gigliucci, la Facoltà di Beni Culturali in corso Cavour presso l’ex convento dei Carmelitani), l’acquisizione dell’Ex Collegio Fontevecchia e del palazzo sito in via Strabone, destinato a diventare Casa dello Studente; quest’ultimo è già pronto ed arredato e purtroppo non può ancora essere aperto per problematiche tecniche dell’Università di Ancona. Una formazione quella dei Beni Culturali che fornisce nuovi ed importanti sbocchi occupazionali, il nostro patrimonio culturale è immenso e queste figure professionali possono aiutarci a valorizzare e gestire nel migliore dei modi le nostre ricchezze.


Obiettivo della Facoltà difatti è curare sulla base dei più recenti sviluppi delle tecniche manageriali dei Beni Culturali la formazione di professionisti in grado di gestire queste risorse per la crescita di tutto il territorio. La Facoltà di Beni Culturali, inoltre, con le tante iniziative convegnistiche, i molteplici incontri e le mostre sostiene la crescita culturale della città di Fermo e della nuova Provincia. L’auspicio è che con le nuove istituzioni (Provincia di Fermo e Camera di Commercio di Fermo) si possa gettare le basi per il consolidamento di risultati raggiunti\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2009 alle 19:27 sul giornale del 01 ottobre 2009 - 999 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, fermo, Comune di Fermo