Più assistenza a domicilio per gli anziani del territorio

anziani 2' di lettura 11/09/2009 - Il Ministero delle Politiche Sociali e la Regione Marche hanno destinato un apposito “Fondo per la non autosufficienza” accogliendo le richieste delle Organizzazioni Sindacali, che sollecitavano il Governo a farsi carico del bisogno emergente di aiutare gli anziani e le loro famiglie, nell’accudimento e cura della terza e quarta età e la gestione del Fondo è stata demandata agli Ambiti Sociali territoriali.

Il sistema italiano di welfare, infatti, al contrario di quello europeo mantiene il carico della cura e assistenza agli anziani all’interno della famiglia, rendendo l’intero sistema pubblico “marginale” o “sussidiario” rispetto a quello domestico. Questo fondo permette di potenziare ed ampliare il servizio pubblico di “Assistenza domiciliare” ed erogare alle famiglie un “Assegno di cura” per contribuire alla tutela di anziani non autosufficienti.


“Questo territorio – dice il Sindaco della Città di Fermo e Presidente dell’Ambito Sociale XIX Saturnino Di Ruscio-, in particolare, presenta il più alto tasso percentuale di anziani over 65 e over 85 che è pari al 24,5% e rappresenta il più alto tasso di anziani di tutta la Regione Marche che a sua volta è la Regione più longeva dell’intero territorio Nazionale. Per i suddetti motivi l’accordo siglato rappresenta un importante traguardo raggiunto ai fini di garantire il mantenimento dei nostri anziani nel proprio domicilio. La casa infatti rappresenta lo spazio che ci rassicura, dove abbiamo oggetti, abitudini e ricordi che ci sono di conforto soprattutto quando gli anni trascorsi iniziano ad essere più di 65”.


Il potenziamento dei servizi che partirà entro il corrente anno avrà durata triennale così da garantire una certa continuità agli interventi attivati. Lo scorso 7 settembre, il Comitato dei Sindaci dell’Ambito sociale XIX, presenti 25 comuni su 29 (rappresentati da Sindaci ed Assessori ai Servizi Sociali ), in accordo con le OO.SS. e Il Direttore del Distretto 2 ASUR-ZT11, hanno preso atto dell’ammontare del fondo messo a disposizione della Regione Marche ed hanno definito i criteri di utilizzo dello stesso. Ora il Coordinatore d’Ambito e il suo Saff predisporranno quanto necessario per procedere alla fase gestionale e permettere il potenziamento e l’avvio dei servizi domiciliari e dell’assegno di cura a favore degli over 65 del territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2009 alle 17:34 sul giornale del 11 settembre 2009 - 1168 letture

In questo articolo si parla di attualità, anziani, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV