Porto S. Giorgio: distribuzione, il ripianamento è di 31.000 euro

euro 2' di lettura 08/08/2009 - Per evitare il diffondersi di voci incontrollate e malauguranti, ritengo opportuno fare da subito chiarezza sulla situazione finanziaria della società comunale San Giorgio distribuzione servizi srl. La San Giorgio ha chiuso il bilancio 2008 lo scorso 30 luglio, con una perdita pari ad euro 161.554.

Ma questo passivo inciderà sulle casse comunali per una cifra di molto inferiore, pari a soli euro 31.000, somma che non comporterà alcuno sforamento del patto di stabilità e non inciderà quindi sugli equilibri economici del comune di Porto San Giorgio. Ciò è stato possibile grazie ad un ottimo lavoro dei revisori dei conti comunali e dei nostri uffici.

Vanno sottolineati gli interventi mirati ad offrire maggiori garanzie a tutela dei lavoratori, frutto di una contrattazione conclusa con soddisfazione da parte delle rappresentanze sindacali e dei dipendenti. Abbiamo infatti raggiunto l’accordo per fornire garanzie sulle qualifiche contrattuali dei dipendenti Sgds.


Inoltre abbiamo assicurato il ricollocamento per la stagione estiva del personale utilizzato durante l’anno per i servizi di scodellamento alla mensa scolastica; a queste persone, che sarebbero rimaste senza alcuna occupazione, abbiamo assicurato un impegno lavorativo anche in questi mesi; infine si è sono assegnati definitivamente alla società comunale alcuni dipendenti del comune di Porto San Giorgio che si trovavano assegnati in distacco alla Sgds, in una situazione di sostanziale illegalità.


Per abbattere la perdita si è iscritta a ricavo la fattura da 50.000 euro presentata dalla Sgds per gli interventi straordinari effettuati durante l’alluvione del novembre 2008, inoltre si è proceduto ad una rivalutazione del patrimonio (cabine e rete metano) che ha dato luogo ad un aumento delle immobilizzazioni e del capitale. Questo ha consentito di istituire un fondo di riserva straordinario per euro 130.000 da cui la società attingerà per abbattere la perdita anziché chiedere l’esborso liquido di denaro.


Non dimentichiamo che la gestione della Sgds è stata intrapresa dal maggio 2008, mese d’insediamento, quando l’attività annuale della società era già stata impostata. Ritengo quindi che il risultato di gestione sia positivo e che per il 2009, mantenendo un costante ed attento monitoraggio, riusciremo ad operare una svolta ed un definitivo rilancio della società comunale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2009 alle 17:15 sul giornale del 08 agosto 2009 - 1235 letture

In questo articolo si parla di politica, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio





logoEV
logoEV