Al via l\'VIII edizione de \'La Festa del Cappello di Paglia\'

fermo 4' di lettura 21/07/2009 - E’ stata presentata oggi presso la Sala Raffaello della Regione Marche l’VIII edizione de IL CAPPELLO DI PAGLIA in programma a Montappone (Fermo) dal 24 al 26 luglio. All’incontro con gli organi di informazione erano presenti: l’Assessore Regionale al Tursmo Vittoriano Solazzi, il Sindaco di Montappone Giuseppe Mochi, il Presidente della Pro Loco di Montappone Ferruccio Vecchi, l’Art Director dell’evento Giuliano De Minicis, il Direttore Orchestra Fiati di Ancona Mirco Barani.

Tre giorni di festa invece di due! L’VIII edizione de “La Festa del Cappello di Paglia” a Montappone, si svolgerà dal 24 al 26 luglio 2009. Al tradizionale fine settimana di sabato e domenica dedicati al cappello, quest’anno si aggiunge dunque anche il venerdì, giornata di apertura delle mostre e di divertimento. Mestieri e giochi di campagna, stornelli ad impronta, favole e spettacoli, musica e fuochi d’artificio, vino cotto e cucina di un tempo, ma soprattutto tanti cappelli di tutte le fogge e per tutti i gusti, da ammirare, indossare, acquistare. Anche quest’anno, la Festa del Cappello guarda infatti alla importantissima produzione attuale, erede di quella antica, mostrando alcuni pezzi realizzati dalle aziende locali che finiranno poi nelle collezioni moda internazionali.




Tante aziende per le vie del Borgo Antico, ancora più angoli dove scovare sia meraviglie artigianali di tradizione e bellezza senza tempo, sia le ultime proposte della moda, comprese anticipazioni della collezione autunno/inverno 2009-2010. Immancabile la mostra di bizzarri e sorprendenti “Cappelli pazzi” realizzati da artisti, creativi, architetti, maestri cappellaio e per la mostra tematica, si omaggiano i campioni dello sport con i berretti dei più grandi ciclisti italiani. Storia, tradizione, sogni, ricordi, speranze. In 7 anni, la manifestazione “Il Cappello di Paglia” ha riportato l’attenzione su una eccellenza marchigiana nel mondo, che intreccia garbo, rigore, artigianato e impresa. Il passato il presente il futuro si ritrovano insieme in questa Festa che per tre giorni, vede gli anziani per le vie del borgo impegnati nell’intrecciare la paglia di grano, dando vita a magnifici accessori, materassi, saponi, spaventapasseri e invitando i visitatori a cimentarsi.




Ci saranno come sempre laboratori di decorazione, jochi de naota, la libreria di cultura del territorio, mostre artistiche, incontri, musica dal vivo e lo magnà de naota. Sabato e domenica l’annullo postale speciale dedicato alla festa e tra i souvenir anche un set di cartoline dedicate alle mostre tematiche realizzate sino a oggi, con la copertina della festa e il paese con la “nuvolacappello”. In questa VIII edizione, Montappone si siede e ascolta la fiaba delle sue origini, “La corona di paglia”, tutti i giorni in registrazione e domenica 26 finalmente dal vivo, con l’emozionante lettura di Luca Violini. La notte del 26 ci si saluta con un magnifico spettacolo piromusicale arricchito dall’Orchestra di fiati di Ancona dal vivo. La Festa del cappello di Montappone si conferma dunque un appuntamento imperdibile per gli amanti di questo accessorio pieno di personalità e carattere, oltre che un’occasione di festa autentica in un delizioso borgo marchigiano di 1800 abitanti.




Quella di Montappone è la realtà più importante per la produzione e la storia del cappello, il distretto più importante d’Europa. Ben 45 aziende sparse tra 6 comuni limitrofi, sono infatti attive e specializzate nella antica tradizione artigianale portata avanti da generazioni e a loro si deve il 70% della produzione italiana e metà di quella europea. Da 8 anni, questa eccellenza viene festeggiata in loco con un fine settimana interamente dedicato all’antica tradizione della lavorazione della paglia di grano, a quegli intrecci e quei saperi che passando di mano in mano, di padre in figlio, hanno dato vita all’impresa di oggi, all’economia attiva e radicata nell’anima del territorio che sa però parlare la lingua del Made in Italy e del futuro. Una festa che attira migliaia di persone da tutta Italia e non solo.




Nelle ultime due edizioni si è osservato un aumento di affluenza del 30% circa, con turisti e curiosi provenienti da diversi paesi europei e dagli Stati Uniti. Un risultato che si deve certamente all’attenzione crescente della stampa e degli addetti ai lavori, specie dopo il servizio che il “New York Times” ha dedicato a questa realtà nell’inserto di primavera del 2007, consigliando caldamente la visita al delizioso paese dei cappelli e a seguire anche grazie alle numerose collaborazioni e partecipazioni internazionali (Francia, Canada, Russia, Cina). L’edizione di quest’anno de “La Festa del Cappello di Paglia” coinvolge l’intero paese marchigiano per tre giorni, dal 24 al 26 luglio, riservando piacevoli momenti tra passato e futuro, tradizione e creatività contemporanea, cultura locale e gusto internazionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2009 alle 18:54 sul giornale del 21 luglio 2009 - 1155 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV