Vaga…mente: la replica a teatro

teatro 3' di lettura 18/06/2009 - Giovedì 18 giugno alle ore 16 presso il Teatro-Auditorium “Franceschetti” del Seminario arcivescovile, dopo il successo della “prima”, il 4 giugno scorso, alla presenza di oltre 270 alunni ed insegnanti delle scuole del territorio di Fermo, viene replicato lo spettacolo “Vaga…mente” .

Lo spettacolo conclude un percorso musico-sensoriale iniziato due anni fa che ha coinvolto tutti i minori del servizio, nell’ascolto e nella riproduzione di ritmi e melodie, con la regia dell’animatore musico-teatrale Marcelo Barissani. La tecnica utilizzata si ispira a quella del Teatro Nero di Praga, che esalta gli aspetti immaginari, superando le nostre possibilità e i nostri limiti psico-fisici. Tre sono gli elementi che emergono dallo spettacolo allestito: le immagini, il colore e il suono.


Per introdurre lo spettatore nel contesto della rappresentazione in programma, all’ingresso del teatro saranno esposti dei vivaci pannelli con affissi lavori e fotografie che documentano le numerose attività che durante l’intero anno scolastico 2008-09 hanno impegnato i minori che frequentano sia la scuola che il Centro Diurno. Lo spettacolo di giovedì 18 è riservato ai familiari dei ragazzi, a tutte le persone e gli operatori che collaborano da anni con il servizio Diurno del Centro “Montessori”, agli amministratori dei 10 Comuni di residenza dei minori. Il Sindaco del Comune di Fermo Saturnino Di Ruscio, dichiara: “Ho assistito con grande piacere alla prima del 4 giugno, e tengo a sottolineare che questo evento, inedito e unico nel suo genere, si presenta come uno spettacolo che colpisce l’attenzione dello spettatore in maniera particolare, perché pur senza utilizzare le parole, permette a tutti di comprendere molto: il linguaggio mimico-gestuale, la musica e le gradevoli e vivaci sagome che appaiono, trasmettono emozioni coinvolgenti, che riescono a veicolare, molto meglio di tante parole, contenuti importanti riguardo la disabilità”.


L’assessore ai Servizi Sociali Mariantonietta Di Felice, congiuntamente alla Dott.ssa Daniela Alessandrini, Coordinatrice dell’Ambito territoriale sociale XIX, e Dirigente del Settore Servizi Socio –Sanitari del Comune di Fermo dichiarano inoltre che: “Il Servizio, a cui il Comune tiene molto, fonda il suo intervento sulla presa in carico globale, che coinvolge nel progetto il bambino, la famiglia, la scuola e i servizi socio-sanitari del territorio. Questa iniziativa, come altre in passato, non fa altro che confermare l’importanza che questo Servizio ha non solo per la città di Fermo ma anche per tutto il fermano, perché accoglie minori con disabilità in età compresa tra i 3 e i 18 anni di tutta la costituenda provincia di Fermo e non solo”. Il Centro Diurno del Montessori è una delle più qualificate risposte della sanità locale che ha saputo coniugare appieno in questo servizio il concetto di integrazione socio-sanitaria. Il Sindaco Di Ruscio, l’Assessore Di Felice, e la Dirigente del settore Servizi Sociali insieme, colgono l’occasione per ringraziare tutti gli operatori del Centro Diurno per l’alto livello di professionalità dimostrata anche in questa occasione come in altre, nonchè per l’entusiastico impegno che traspare da tutto lo spettacolo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2009 alle 19:02 sul giornale del 18 giugno 2009 - 1066 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV