Comunicato del Movimento Civico Provinciale su esondazione Ete

saturnino di ruscio 2' di lettura 04/06/2009 - Ancora una volta la sinistra è impegnata nell’operazione di manomettere la realtà per conquistare qualche voto in più. Nel caso della giornata di ieri però, la vicenda assume toni ben più gravi.

L’emergenza maltempo e l’esondazione del fiume Ete non possono essere materie di strumentalizzazione. Il vero problema è che la sinistra non guarda più neanche alle famiglie la cui casa è stata invasa dall’acqua, all’impegno della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco, ai pericoli per gli automobilisti: per loro ben venga tutto purchè lo scopo finale sia quello di attaccare Di Ruscio.


A parlare sono i fatti. Nella mattinata di ieri il sindaco di Fermo e candidato Presidente, per rispetto di quello che era appena accaduto e per gli evidenti ostacoli nella viabilità del territorio, ha deciso di rinviare la manifestazione per il 2 Giugno in programma in Piazza del Popolo.


Mentre Saturnino Di Ruscio era impegnato nei soccorsi tra la gente, in Piazza a Fermo la candidata del Pd Rosalba Ortenzi manifestava animatamente contro i mancati festeggiamenti del 2 Giugno. Non finisce qui. Un altro candidato, sempre del Pd, ha passato l’intera mattinata appostato sulla nuova Variante del Ferro con la speranza di fotografare qualche frana o smottamento. Purtroppo per lui non è stato accontentato.


La strada ha retto più che bene. C’è dell’altro. Parliamo della ‘missione’ di un altro candidato consigliere di Cesetti, Alberto Cognigni, che ha usato tutte le sue forze per convincere i cittadini della zona di Santa Maria a Mare che la colpa di quanto fosse accaduto era da attribuire a Di Ruscio, quando invece tutti sanno che la manutenzione e la pulizia delle vallate fluviali, in questo caso dell’Ete Vivo è di competenza della Provincia di Ascoli. L’evidenza è sotto gli occhi di tutti.


Ci troviamo di fronte ad una sinistra che cerca la pagliuzza nell’occhio dell’avversario senza rendersi conto che loro hanno una trave. E’ questa la gente che dovrebbe andare alla guida della Nuova Provincia di Fermo? Poveri noi. Ci troviamo di fronte a persone che non guardano in faccia a nessuno pur di ottenere un voto in più.


Questa volta però, sfruttando la paura di tutte quelle famiglie che hanno subito danni dall’esondazione dell’Ete, hanno davvero toccato il fondo. Speriamo che il sindaco di Fermo e candidato presidente Saturnino Di Ruscio, munisca il Comune e la Nuova Provincia di qualche centinaio di pale per rimuovere il fango in modo da dare qualcosa da fare agli esponenti di centro sinistra.


da Saturnino Di Ruscio
candidato alla presidenza Prov. Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2009 alle 15:50 sul giornale del 04 giugno 2009 - 989 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, saturnino di ruscio, sindaco di fermo