Un Campionato...Mondiale

calcio 3' di lettura 23/05/2009 - L’Associazione degli Ivoriani e Simpatizzanti delle Marche, l’Associazione degli Albanesi “Scanderbeg” e la Comunità Argentina di Fermo in collaborazione con il Comune di Fermo (Comune capofila dell’Ambito Sociale XIX) organizzano il I° Torneo di calcetto multiETNICO dal titolo “UN CAMPIONATO…MONDIALE”.

Il torneo, che coinvolgerà 6 squadre ,organizzato in due Gironi, inizierà sabato 23 Maggio 2009 alle ore 18.00 presso il campo sportivo del Centro Sociale “Ete Caldarette” e proseguirà nella settimana successiva domenica 24 Maggio sempre alle ore 18.00. La finale si disputerà sabato 30 Maggio sempre alle ore 18.00.


Tutti i cittadini sono invitati a partecipare per sostenere l’iniziativa, l’ingresso è gratuito. Le squadre partecipanti vedono schierati in campo albanesi, ivoriani, senegalesi,argentini e italiani per un entusiasmante serie di incontri diretti che vedrà premiati i migliori in campo. Questo torneo vuole essere una delle attività che le Associazioni di volontariato degli immigrati presenti nel nostro territorio propongono partendo dalla convinzione che lo sport è un linguaggio universale e come tale può offrire un contributo importante all\'integrazione tra etnie e popoli diversi. L’Ambito Sociale XIX, fa sapere la coordinatrice dr.ssa Daniela Alessandrini, nel proprio territorio rileva la presenza di 7.289 immigrati su 119.712 residenti (dati ISTAT al 1 gennaio 2007) pari al 6% della popolazione, appartenenti a 104 nazionalità diverse. Se analizziamo la provenienza vediamo che sono presenti nel territorio 3.805 immigrati dell’Europa, 2.278 dell’Africa, 831 dell’Asia, 340 dell’America e 1 dell’Oceania.


L’assessore Mariantonietta Di Felice fa presente che il notevole incremento del numero degli immigrati nell’ultimo decennio, rilevato sia a livello nazionale che locale, rende necessaria un’attenzione particolare alle politiche di integrazione sociale dei cittadini stranieri che non possono però fermarsi solo agli interventi più visibili e materiali come la casa, l’assistenza, l’inserimento scolastico e lavorativo, ma debbono anche orientarsi verso una conoscenza reciproca che permetta di superare pregiudizi di tipo sociale e culturale che possono pregiudicare ogni altra forma di relazione, favorendo altresì pericolosi meccanismi di contrapposizione conflittuale. Il Sindaco Saturrnino Di Ruscio, fa presente, che grazie al lavoro di tutti, molto è stato fatto negli ultimi tempi per potenziare il lavoro di rete tra le diverse realtà locali, da una parte si è lavorato sull’ascolto delle necessità espresse dagli immigrati, attraverso la presenza dello sportello immigrati e all’apporto costruttivo dato dal loro rappresentante all’interno del consiglio comunale Arjol Kondi, dall’altro si è cercato di rafforzare le occasioni di incontro e di lavoro comune tra tutte le Associazioni di volontariato sia degli immigrati che quelle del Ponte e del Centro di solidarietà , dimostrando in pratica che culture e valori diversi a confronto portano a momenti di arricchimento reciproco che hanno contraddistinto questo territorio nel corso della sua storia anche più recente.


Il torneo di calcio in programma prelude anche un’altra festa interetnica, quella della Mondialità, che ogni hanno viene proposta dalla scuola Media Betti-Fracassetti e che permette ai ragazzi di acquisire una mentalità internazionale tanto da essere sottotitolata: noi cittadini del mondo. Ecco ci auguriamo che ognuno, almeno in queste circostanze, si senta veramente cittadino del mondo e si avvicini all’altro come persona e non come appartenente a…..






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2009 alle 14:51 sul giornale del 23 maggio 2009 - 970 letture

In questo articolo si parla di attualità, calcio, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV