Porto Sant\'Elpidio: quando l’agricoltura aiuta persone con problemi psichici

agricoltura 2' di lettura 16/05/2009 - Il 16 maggio, alla Croce Verde di Porto Sant’Elpidio (ore 10), secondo incontro del corso formativo teorico-pratico sul benessere alimentare e l’agricoltura sociale, “Costituirsi consumatori consapevoli”, promosso dall’associazione Psiche 2000.

Il 16 maggio, alla Sala Convegni della Croce Verde di Porto Sant’Elpidio (ore 10), secondo incontro di “Costituirsi consumatori consapevoli”, corso formativo teorico-pratico sul benessere alimentare e l’agricoltura sociale, rivolto a tutti gli utenti del Distretto di salute mentale ma soprattutto a coloro che sono interessati a fare esperienza a contatto con la natura e acquisire stili di vita più salutari.


Il corso, iniziato lo scorso 9 maggio, prevede complessivamente quattro incontri, con una parte teorica ed una parte pratica, a cadenza settimanale: i prossimi appuntamenti del 23 e 30 maggio saranno tenuti presso la stessa sede ed orario. Le prime lezioni sono condotte da Andrea Strafonda della Cooperativa Sociale Ritorno alla Terra di Servigliano, e socio dell’Amab (Associazione marchigiana agricoltura biologica), mentre il quarto appuntamento sarà guidato dalle psicologhe facenti parte del Comitato di Coordinamento del progetto.


Il corso fa parte del progetto “Di terra di sole di mare… percorsi di vita verso un’autonomia possibile”, finanziato dal Csv. L’iniziativa, promossa dall’associazione familiari e volontari per la salute mentale “Psiche 2000”, in collaborazione con gli Ambiti sociali XIX e XX, la cooperativa sociale “Ritorno alla terra”, il Servizio Sollievo, l’associazione familiare il Sorriso, Legambiente, l’associazione Liberi nel Vento e altre, ha come finalità la prevenzione primaria, la riabilitazione e l’eventuale inserimento lavorativo di persone, con disagio psichico, in ambiente agricolo.


“Laboratorio del Gusto”, l’ultimo incontro previsto il 30 maggio, sarà un laboratorio esperienziale in cui i partecipanti sono invitati a riscoprire sia il legame tra specifici tipi di emozione e l’assunzione di cibi, sia le sensazioni fisiche ed emotive suscitate da certi alimenti e il modi di mangiarli come, ad esempio, masticare lentamente un cibo e sentirne la consistenza e il sapore o, invece, “divorarlo” velocemente. Per informazioni: 320 8354010 (Sara Concetti, coordinatrice), 0734 900259 (Psiche 2000).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2009 alle 16:20 sul giornale del 16 maggio 2009 - 1103 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, csv marche, costituirsi consumatori consapevoli





logoEV
logoEV