Al Teatro dell’Aquila, \'Hansel e Gretel\' a conclusione del progetto ‘Opera Domani’

teatro dell\'aquila 2' di lettura 16/05/2009 - Lunedì 18 e martedì 19 maggio prossimi (alle ore 9 e alle ore 11) si concluderà il progetto che il Teatro dell\'Aquila di Fermo realizza in collaborazione con l\'As. Li. Co. (Associazione Lirica e Concertistica Italiana), la Regione Lombardia e il Conservatorio di Musica \"G.B. Pergolesi\" di Fermo.

È concepito per aiutare gli adulti, in primo luogo gli insegnanti, a far sì che il bambino di oggi arrivi a possedere le chiavi di lettura dell\'opera lirica.

Caratteristica principale del progetto è che i bambini partecipano alla recita interpretando dei personaggi della storia e soprattutto cantando alcune pagine dell\'opera. A coronamento, giunge nei mesi primaverili lo spettacolo: l\'opera lirica consegnata e allestita appositamente per le scolaresche. L\'iniziativa porterà a teatro moltissimi bambini con l\'obiettivo di avvicinarli ed educarli al linguaggio dell\'opera attraverso la loro attiva partecipazione e al coinvolgimento degli insegnanti e delle loro famiglie.

Una caratteristica significativa del progetto è che i bambini - partecipando attivamente allo spettacolo, soprattutto cantando alcuni brani dell\'opera messa in scena insieme ai protagonisti - acquisiscono un lessico nuovo migliorando anche la conoscenza della lingua. Un modo quindi curioso e divertente che non può che affascinare e, nello stesso tempo, educare.

Quest\'anno viene proposta la favola di Hansel e Gretel, ovvero il farsi del destino, di Engelbert Humperdinck, (adattamento musicale Alberto Cara) in un allestimento concepito appositamente per il pubblico di bambini e ragazzi (adattamento drammaturgico Federico Grazzini, Riccardo Bani). La regia è affidata a Federico Grazzini. Dirigerà l\'Orchestra 1813 il maestro Giacomo Sagripanti, giovane talento residente nel Fermano. Come sempre i cantanti sono stati selezionati appositamente da As.Li.Co. Completano la parte visiva dell\'opera le scene e i costumi di Francesco Givone e il disegno luci di Federico Grazzini.

L\'opera di Humperdinck è una fiaba musicale, dove al testo in versi si affianca la musica. Humperdinck attinge pienamente alla fiaba dei fratelli Grimm per costruire un\'architettura musicale che risente della solennità e magnificenza wagneriana, ma che riesce anche ad avere la semplicità e la leggerezza che si addicono all\' avventura di due ragazzini. Il libretto di A.Wette contiene diverse variazioni rispetto all\'originale. Sono variazioni di tipo drammaturgico, che dimostrano la chiara volontà di raccontare una fiaba, ponendo l\'accento sul potere evocativo della musica, rinvenendo in essa l\' elemento fondante. Allo stesso modo la regia parte dallo studio dela fiaba per costruire uno spettacolo valorizzi l\'aspetto teatrale e musicale della fiaba di Hansel e Gretel.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2009 alle 17:57 sul giornale del 16 maggio 2009 - 1193 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV