Accordo tra Movimento Civico Provinciale e Unione Democratica

3' di lettura 04/05/2009 - “Ben vengano tutte quelle forze che guardano ad un futuro di progetti per la Nuova Provincia di Fermo. Reputo l’accordo tra Movimento Civico Provinciale e Unione Democratica un’unione positiva perché abbiamo gli stessi obiettivi”.

Così il candidato Presidente alla Provincia di Fermo Saturnino Di Ruscio ha ufficializzato questa mattina, nella sala dei Gruppi Consiliari di Via Mazzini a Fermo, l’adesione da parte del gruppo di minoranza Unione Democratica con il Movimento Civico Provinciale. Si allarga la squadra che sosterrà dunque il candidato Di Ruscio in vista delle prossime elezioni provinciali.

Presenti, per spiegare le fasi del passaggio, Mauro Pieroni e Michele Rastelli per il Movimento Civico Provinciale, Pino Alati, Giampiero Gallucci ed Ubaldo Renzi per Unione Democratica. “Un matrimonio che non nasce da un colpo di fulmine – ha spiegato in apertura Michele Rastelli – ma che è frutto di un percorso iniziato tempo fa e che vede un concreto scambio d’idee e una profonda convergenza sui programmi”. Rastelli che ha aggiunto: “Le liste civiche occupano un ruolo quanto mai importante. Si rivolgono a tutti quegli elettori che hanno perso la fiducia nella politica. Possiamo offrire un modo nuovo per gestire la Nuova Provincia e Saturnino Di Ruscio è la persona adatta per la presidenza”.

Parola che è poi passata al capogruppo UD Giampiero Gallucci: “Siamo un gruppo di minoranza, ma forte del consenso dei cittadini. Ci troviamo oggi a fare una scelta consapevole, arrivata dopo un ragionamento maturato nel tempo. Non ci riconosciamo più nelle forze di centro sinistra, sempre più orientate verso la sinistra estrema. Prima di arrivare a questo accordo abbiamo lasciato aperto ogni spiraglio anche con il candidato della sinistra, rendendoci disponibili per un confronto. Siamo invece stati messi da parte ed esclusi da qualsiasi tipo d’incontro costruttivo. Cosa che non è avvenuta con Di Ruscio e con l’MCP con i quali abbiamo aperto un tavolo di discussione basato sui progetti per il territorio”.

Concetto ribadito da Pino Alati : “Noi dell’Unione Democratica siamo convinti che sia poco opportuno fare una campagna elettorale interamente mirata contro qualcuno. Dobbiamo invece lavorare a favore dei cittadini della nuova Provincia costruendo prospettive serie per il territorio. Le polemiche appartengono ad una concezione superata. Il centro sinistra fermano, ormai diventato sinistra estrema, ci ha escluso in partenza dal loro percorso programmatico. E’stato l’ultimo, dei tanti gesti, che hanno dimostrato una mancanza di considerazione verso i civici dell’Unione Democratica e tutti quei cittadini che ci sostengono. Siamo con Di Ruscio per lavorare su un fondo programmatico concreto e realizzabile”.

A proposito di programma Ubaldo Renzi ha illustrato alcuni dei punti principali: “Rischiamo che la nascita della Provincia di Fermo si riveli un flop. Se c’è qualcuno che non farà accadere questo è Saturnino Di Ruscio. Abbiamo sviluppato 17 punti, tra questi: l’attenzione alla sanità con il recupero dl Murri, la condanna della gestione delle aziende partecipate della provincia di Ascoli, l’economia con la creazione di un Centro Studi per le Attività Produttive e molto altro”. Saturnino Di Ruscio che ha concluso: “Dobbiamo renderci conto che l’8 giugno avremo sulla carta una provincia che di fatto non esiste. Dobbiamo lavorare per renderla al più presto operativa affrontando i continui tentativi da parte di Ascoli, basti vedere le politiche sulla divisione del personale, per renderci ancora dipendenti da loro. Invece noi rivendichiamo la nostra autonomia. Ben vengano tutti coloro che hanno voglia di lavorare uniti, senza parlare di un progetto di poltrone ma proponendo un progetto per la Nuova Provincia”.

da Saturnino Di Ruscio
candidato alla presidenza Prov. Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2009 alle 11:59 sul giornale del 04 maggio 2009 - 1163 letture

In questo articolo si parla di politica, saturnino di ruscio





logoEV
logoEV