Montegiorgio: Di Ruscio, \'Dobbiamo restituire alla città la sua centralità\'

5' di lettura 23/04/2009 - “Montegiorgio ha rivestito in passato un ruolo importante nella media valle del Tenna. Dobbiamo restituirgli la sua centralità, dalla sanità alla formazione e non solo. Sarà mio impegno riequilibrare il territorio della Nuova Provincia nell’interesse di tutti i cittadini”.

Il candidato presidente Saturnino Di Ruscio ha incontrato ieri alle ore 19, nella sala conferenze dell’Hotel San Paolo, i cittadini del comune montegiorgese. Un appuntamento quanto mai proficuo, dove, grazie anche alla partecipazione del sindaco Armando Benedetti, sono state affrontate alcune delle tematiche calde per il paese e per tutta la vallata del Tenna. “Montergiorgio in passato aveva un ospedale di alta qualità, secondo solo a Fermo – ha spiegato Benedetti – ora ci troviamo praticamente senza niente. Sono convinto che il candidato Di Ruscio è la persona giusta per ridare dignità al nostro comune, per questo ha il mio sostegno”. Tra gli altri partecipanti anche la coordinatrice del Pdl Franca Romagnoli: “Il Pdl è con Saturnino Di Ruscio. Dobbiamo sfatare l’idea che essendo Montegiorgio la patria del candidato di sinistra Fabrizio Cesetti, quest’ultimo possa essere favorito. Cesetti è già stato giudicato e sconfitto dai cittadini montegiorgesi nel corso delle ultime comunali. Un giudizio della gente basato sul fatto che, pur governando nella maggioranza della provincia di Ascoli, non ha mai fatto nulla per il Fermano né tanto meno per la sua città, Montegiorgio”.

Tra gli altri presenti anche il sindaco di Magliano di Tenna Nello De Angelis, Salvatore Mattii patron dell’Ippodromo San Paolo, l’imprenditore Lanfranco Belleggia della Brosway e Nello Racchini in rappresentanza del sostegno che l’Udc ha dato a Saturnino Di Ruscio. Proprio quello sanitario è stato uno dei temi più sentiti dai cittadini montegiorgesi. Candidato Di Ruscio che ha lanciato un nuovo progetto: “Dobbiamo parlare di filiera sanitaria con diversi servizi distribuiti sul territorio che rappresentino ognuno un’eccellenza per il comune che li ospita e per tutta la Provincia. Il paziente va seguito in tutto il suo percorso di salute. Dalla prevenzione alla diagnosi e cura delle malattie acute, fino alle post acuzie, le lunghe degenze, la riabilitazione e le residenze sanitarie assistite per i più anziani non autosufficienti. Un discorso di riconversione dei nosocomi minori già previsto nel piano di riordino sanitario del 2003 ma di fatto mai attuato. Sono stati chiusi i pronto soccorsi di Montegiorgio e Montegranaro in vista del nuovo pronto soccorso al Murri di Fermo che però non è mai arrivato. La Nuova Provincia sarà l’occasione per fare battaglia insieme, sindaci di destra e di sinistra senza distinzione, per far valere i nostri diritti”. In materia di viabilità e infrastrutture Montegiorgio ha evidenziato la sua attenzione per la Mare Monti ma soprattutto per la valorizzazione dell’aviosuperficie di Piane di Montegiorgio.

“Da parte mia – ha spiegato Di Ruscio – ci sarà un impegno diretto per lo sviluppo di questa struttura dalle grandi potenzialità. Dobbiamo farla ‘decollare’ per l’importante ruolo che potrà ricoprire sia dal punto di vista turistico sia per il servizio che potrà dare ai nostri imprenditori per gli spostamenti privati in Italia e all’estero legati agli affari. Importante, per la spinta decisiva dell’aviopista, sarà non solo l’intervento pubblico, ma anche quello dei privati ai quali sarà affidata la gestione”. Altro tema caro a Montergiorgio è quello della scuola e della formazione. Cittadini che hanno espresso tutta la loro delusione per aver perso, a seguito di una gestione del territorio politica e non mirata agli interessi della gente da parte della sinistra, la presidenza del Liceo Scientifico. “Questo è uno dei risultati di una politica che impone dall’alto senza considerare gli interessi della gente e del territorio. Un modo di amministrare fatto di compromessi e interessi personali che voglio annullare, a favore di una politica del fare, condivisa dai cittadini. La mia nuova provincia porterà questa novità di metodo. Un ente digitale con i servizi degli uffici che arriveranno direttamente a casa della gente grazie ad internet”.

Candidato che in materia di formazione aggiunge: “ Proprio per la riqualificazione di Montegiorgio ho intenzione di creare qui il nuovo Istituto Agrario della Provincia di Fermo. Siamo in una vallata importante per l’industria, ma anche per l’agricoltura, che può vantare la presenza dell’Ippodromo San Paolo. Un’eccellenza tutta fermana con la quale gli studenti di agraria potranno collaborare in un processo di formazione che solo questo territorio sarà in grado di offrire”. C’è poi l’aspetto promozionale: “Creare una rete di collaborazione tra le eccellenze industriali, come ad esempio i gioielli prodotti da Belleggia proprio in questa vallata, il distretto della calzatura, quello del cappello, l’agroalimentare della Valdaso, integrandole con la bellezza dei nostri centri storici e delle vallate, in modo da offrire al turista prodotti collegati l’uno all’altro, che si promuovino a vicenda, all’insegna del marchio “Made in Fermano”. Prossimi incontri: Stasera ore 21 e 30 Porto Sant’Elpidio Sala Croce Verde Giovedì 23 aprile, ore 21.30- Belmonte, Centro i Piceni, L.go Baglioni 12 (dietro Scuola Elementare) Venerdì 24 aprile, ore 19.00 - Monte Urano, Sede della Lista, Via Matteotti 33 Venerdì 24 aprile, ore 22.30 - Grottammare Discoteca BB

da Saturnino Di Ruscio
candidato alla presidenza Prov. Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2009 alle 19:33 sul giornale del 23 aprile 2009 - 1216 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV