Famiglia sociale sensibilizza i genitori all’affido

1' di lettura 13/04/2009 - Per sensibilizzare le famiglie all\'accoglienza dei bambini meno fortunati l\'associazione fermana di genitori affidatari \"Famiglia Sociale\", in collaborazione con il Csv, l\'Ambito sociale XX e il comune di Monte Urano, organizza un ciclo di incontri \"Ci vuole una città per far crescere un bambino\".

Il primo appuntamento è previsto martedì 14 aprile al Teatro Arlecchino, alle 21.15 con lo spettacolo “Storie Fuori Binario”, basato sui racconti veri dei ragazzi e dei genitori affidatari dell’associazione raccolte e trasformate in una narrazione teatrale da Andrea Brandani e allestite dalla “Compagnia Bella”.

I successivi appuntamenti saranno alla Sala riunioni del Palazzo comunale di Monte Urano, in piazza della Libertà, sempre alle 21.15: il 26 maggio Roberto Mancini, dell’Università di Macerata, parlerà de “L’altrusimo conviene: accoglienza ed etica del dono”; il 9 giugno le famiglie dell’associazione racconteranno le loro esperienze nell’incontro “L’accoglienza: un quotidiano possibile”. Più specialistico per assistenti sociali, educatori, operatori e famiglie già affidatarie è l’appuntamento conclusivo, il 25 settembre: il tema sarà quello forte, ma sempre attuale, degli abusi. Una psicologa esperta di questo settore, Maria Teresa Pedrocco Biancardi, presenterà il suo libro “La cicogna miope. Dalla famiglia che violenta alla famiglia che ripara” in cui viene raccontata la storia, finita bene, di un minore abusato e della famiglia affidataria che lo ha accolto.

L’ingresso è libero a tutti gli eventi; per maggiori informazioni: 347 7122225 – famigliasociale@gmail.com.


da Centro Servizi per il Volontariato




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2009 alle 12:34 sul giornale del 14 aprile 2009 - 1349 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi per il volotariato





logoEV
logoEV