Presentato il Vademecum della Comunicazione nelle Marche

3' di lettura 07/04/2009 - In un mondo in cui la comunicazione è dirottata sulla rete e vive di una sua esistenza on-line, la parola su carta sopravvive solo se è di qualità: una scommessa che il Vademecum della Comunicazione Marche non manca di vincere ogni anno.

Grazie al Vademecum, creatura delle Edizioni Centopercento del giornalista anconetano Sandro Setti, il dialogo tra Enti e Amministrazioni di tutte le Marche è più facile e immediato in quanto le sue pagine mettono a disposizione dei lettori i dati essenziali per la comunicazione dell’Ente Regione, delle 5 Province, dei 246 Comuni, delle principali aziende, del mondo dell’associazionismo e dell’istruzione, delle testate giornalistiche locali primarie. Con l’anno 2009 il Vademecum ha raggiunto la sua nona edizione che viene presentata ufficialmente alla stampa a Fermo il 6 aprile. Tante e di rilievo le novità di questa nuova edizione.


Nell’anno che vede la nascita della Provincia di Fermo si è voluto dedicare grande spazio al Fermano e al suo capoluogo sin dalla copertina. Inoltre all’interno del volume sono numerose le foto dei Comuni più rappresentativi della nuova Provincia. È da sempre intento del Vademecum offrire ogni anno qualcosa di più ai lettori: questo modo di pensare ha trasformato nel tempo la pubblicazione che, se nel lontano 2001 era stampata ancora a due colori con un numero limitato di pagine, oggi vede la propria foliazione aumentare e passare dalle 128 della passata edizione alle attuali 152, tutte a colori e belle da sfogliare, che si possono gustare per la vivacità cromatica, la qualità grafica e per la presenza al loro interno di preziosi scatti, opera di appassionati fotografi locali che hanno fissato con il loro obbiettivo scorci indimenticabili della natura e dei borghi marchigiani. Forse proprio per questo il Vademecum, dapprima riservato a una ristretta cerchia di addetti ai lavori, oggi è apprezzato anche dal comune cittadino sempre alla ricerca di curiosità che il Vademecum ogni anno non manca di proporre.


A tutto questo si aggiunge una meticolosa cura delle informazioni contenute. Da anni il Vademecum è un gradito strumento di lavoro che si fregia della presentazione del Presidente Gian Mario Spacca e da quest’anno anche di Maurizio Ciaschini, Preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata. Per il pubblico il Vademecum è in vendita nelle librerie più rappresentative della Regione. Le principali novità dell’edizione 2009 La nuova Provincia di Fermo: il Vademecum 2009 vuole dare molto risalto alla nuova Provincia. Da qui la scelta della copertina e di altre foto e notizie dei Comuni più rappresentativi. Più pagine: dalle 128 pagine dell’edizione 2008 si passa a 152 tutte a colori Più foto, anche di feste e manifestazioni dei piccoli borghi più caratteristici; grande spazio per il turismo enogastronomico. Pagine nuove e curiose: la pagina dedicata alla nuova forma di comunicazione, gli Emoticons, che sta rapidamente conquistando non solo il linguaggio di tutti i giorni ma anche le comunicazioni istituzionali; poi, una pagina inedita, come quella dedicata ad Ancona, che non è il capoluogo delle Marche ma un omonimo sobborgo dell’Illinois degli Stati Uniti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2009 alle 18:15 sul giornale del 07 aprile 2009 - 1077 letture

In questo articolo si parla di attualità, michela sbaffo





logoEV
logoEV