Approvazione bilancio 2009: considerazioni da fare

bilancio 10' di lettura 01/04/2009 - L’approvazione del bilancio di previsione 2009 è l’occasione per tornare a fare alcune importanti considerazioni.

La programmazione finanziaria riguardante il nostro Comune ci offre lo spunto per interessanti valutazioni ed un attento esame che parte dagli obiettivi del programma elettorale del 2001 per arrivare alla concreta analisi dell’attività svolta durante questo mandato e gli interventi per l’anno corrente e nel triennio 2009-2011. Il nostro progetto politico-amministrativo era ed è volto ad un forte rilancio del sistema territoriale locale basato sulla valorizzazione delle sue qualità ambientali, sociali e culturali. Cambiare volto alla città, allo scopo di renderla più moderna ed efficiente, è uno degli slogan ai quali è stata data concreta attuazione negli anni trascorsi. Sono stati avviati grandi processi di cambiamento non solo a Fermo ma in tutto il territorio ad esso collegato, in vista soprattutto dell’attuazione della Provincia. E’ questo, infatti, il più importante traguardo raggiunto dall’Amministrazione Comunale, che deve essere considerato nella sua globalità, in quanto rappresenta un’occasione di rilancio di tutto il Fermano.


La nuova Provincia nasce in un territorio con elevate potenzialità produttive, culturali, territoriali e sociali che occorre valorizzare. In tema di Provincia nel 2009 sarà data concreta attuazione alla costituzione degli uffici statali decentrati. Per la Prefettura, presso Palazzo Caffarini-Sassatelli, il progetto di riadattamento è stato approvato e sono stati consegnati i lavori. Per la Questura e la Polizia Stradale, che avranno sede presso il Centro Studi Polizia di Stato, è in corso l’appalto dei lavori. Per il Comando Provinciale dei Carabinieri i lavori in parte sono in fase di ultimazione ed in parte in fase di avvio. Per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza i lavori sono già stati avviati, mentre per il Comando dei Vigili del Fuoco i lavori sono in fase di appalto. Infine, per la sede del Corpo Forestale dello Stato i lavori sono già a buon punto. Inoltre, ricordiamo (grazie anche alla ‘battaglia’ intrapresa dal Comune di Fermo) che già nel primo trimeste 2009 è stata assegnata, alla Provincia di Fermo, la direzione scolastica del centro provinciale per l’istruzione degli adulti (CPA) con sede a Fermo.


L’attività 2009 vedrà la città di Fermo protagonista, insieme ad altri comuni del territorio, per importanti progetti territoriali: Sistema Turistico Locale (promozione, informazione ed accoglienza turistica), PRUSST (realizzazione sede COSIF), Teatro dell’Aquila (al centro dell’attività culturale della Regione Marche, Tipicità (valorizzazione del Made in Marche), mostre e progetto Museo Diffuso (per una guida virtuale dei musei del Fermano), sanità (potenziamento posti letto e servizi), infrastrutture (progetto della ‘Mare-Monti), Ambito Sociale (potenziamento dello stesso), progetto energia Provincia (per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili), Centro Fieristico Provinciale (Polo Regionale per il Turismo). Ed ancora ricordiamo che sabato 4 aprile p.v. ci sarà l’inaugurazione del ponte Lido Tre Archi-Porto Sant’Elpidio (dal dopoguerra ad oggi quanti nuovi ponti sono stati costruiti ad eccezione di quelli distrutti durante la guerra stessa) parte integrante del progetto di riqualificazione del quartiere fermano ( c’è un interessante studio del dott. Doria che ha affrontato il tema “Sociologia del territorio e delle forme urbane- Caso Studio: Lido Tre Archi di Fermo” nel corso del Master Management delle Politiche di Sicurezza Urbana all’Università degli Studi di Urbino che riferisce di grandi trasformazioni positive, della notevole crescita con importanti opere di urbanizzazione e riqualificazione, dei progressi per quel che riguarda la viabilità, della maggiore integrazione e coesione sociale nel quartiere). Per passare poi alle opere di riqualificazione che riguardano il centro storico. Nel Bilancio ben 20.418.000,00 Euro sono i fondi comunali stanziati per importanti interventi nel nostro centro storico (sistema di risalita tra Viale Ciccolungo, viale della Carriere, via XX settembre e viale Vittorio Veneto, collegamento Università-Conservatorio-Girflaco, riqualificazione via Vittorio Veneto, piano di riqualificazione urbana, project Casina delle Rose, Polo Museale Palazzo dei Priori, Chiesa San Filippo Neri, Ristrutturazione Collegio Fontevecchia, consolidamento Cisterne Romane, Palazzo Monti, recupero Torrione San Giuliano e Porta San Giuliano, completamento Biblioteca, ristorante Teatro dell’Aquila, complesso Antonini, illuminazione Palazzo dei Priori, Palazzo degli Studi e Corso Cavour). Si ricorda che sono aperti i bandi per i lavori di realizzazione del sistema di risalita tra via XX settembre e via Vittorio Veneto per il Collegamento Università, Conservatorio, Girfalco – sistemi di risalita verticale e sistemazioni esterne’. Completata la Casa dello Studente che aspetta gli ERSU di Macerata ed Ancona per l’attivazione.


In centro storico anche nuovi servizi per la nuova Provincia di Fermo: la Camera di Commercio presso Palazzo Azzolino e la Prefettura a Palazzo Sassatelli. Molti anche gli interventi tesi al miglioramento dell’accessibilità alla città che sarò capoluogo di Provincia: in via di ultimazione la Variante del Ferro, avviato il recupero dell’Area Vallesi che prevede la realizzazione di un parcheggio e di un ascensore per il collegamento con Porta Sant’Antonio (160 posti auto), incremento della dotazione di parcheggi di via Beni (248 posti auto), nuovi parcheggi zona Monterone (300 posti auto). Fermo in questi anni è cresciuta, è cambiata. E’ per questo che l’Amministrazione ha ritenuto di fondamentale importanza lo studio, prima, e la realizzazione, poi, di progetti di ristrutturazione della viabilità comunale e provinciale. Allo scopo di snellire il traffico sono state realizzate numerose rotatorie nelle zone di maggiore congestione. Nel 2009 è stata prevista la realizzazione di una rotatoria in zona Santa Caterina- via Bixio. Sempre nel 2009 è prevista la realizzazione di altre rotatorie: Campiglione, Santa Petronilla, Tirassegno, Salvano ed Ete Caldarette, svincolo SS16 San Tommaso-Lido Tre Archi. Importanti anche i vari collegamenti stradali tra i quartieri della città (per alleggerire il traffico), in progettazione il collegamento tra il Tirassegno e via Tornabuoni e il raccordo tra la Castiglionese e la ex SS 210. In previsione, inoltre, del nuovo casello autostradale a P.S. Elpidio l’Amministrazione si è mossa cercando di porre le basi per la realizzazione di un’adeguata circonvallazione per rendere rapidi ed agevoli i collegamenti di tutto il centro del fermano con le grandi infrastrutture di cui il territorio si va arricchendo. Per quel che riguarda le scuole della città sono stati appaltati i lavori per il complesso Antonini (miglioramento del grado di sicurezza della struttura e dell’impianto di riscaldamento, opere di finitura ed impiantistiche in ciascuna scuola – scuola materna San Giuliano, scuola media Fracassetti, istituto Montessori - con spazi più fruibili per la loro destinazione d’uso) ed è in corso l’appalto per la materna San Giuliano.


La priorità, anche quest’anno sarà la sicurezza attraverso diversi interventi: manutenzione straordinaria ed adeguamento alle norme degli edifici scolastici, nuovo edificio per la scuola media Leonardo da Vinci in zona Santa Caterina, realizzazione di un nuovo edificio scolastico in località Tirassegno-Salette, realizzazione di un nuovo edificio scolastico in località S.Maria a Mare/Salvano, completamento lavori Scuola San Tommaso, lavori di completamento viabilità Polo Scolastico, adeguamento asilo nido Capodarco, completamento lavori scuola materna San Claudio. Come non sottolineare il fatto che la nostra è una città sicura ed a misura d’uomo: inserita la figura del Vigile di Quartiere, potenziata la videosorveglianza e riposizionate le telecamere già presenti (verrà avviato un controllo in tempo reale non soltanto dalle 8 alle 20 ma 24 ore su 24), attivata la Centrale Operativa della Polizia Municipale, emanata l’ordinanza a ‘Tutela della sicurezza urbana attraverso il contrasto della prostituzione su strada’. Ricordiamo, inoltre, che i dati relativi ai reati avvenuti nella Città di Fermo nel 2008 rispetto al 2007 sono pressoché stazionari (la metà rispetto alla città di San Benedetto del Tronto) come annunciato la scorsa settimana dalla Prefettura.


Sul fronte della sicurezza stradale si sono incentrati gli sforzi maggiori dell’Amministrazione Comunale laddove, con interventi sinergici tra l’Assessorato ai Lavori Pubblici e l’Assessorato alla Polizia Municipale, si sono registrati risultati eccellenti riscontrabili in una sensibile riduzione degli incidenti e del numero dei feriti. L’Amministrazione Comunale, inoltre, pone molta attenzione all’attività sportiva ritenendo fondamentale il ruolo che lo sport riveste nella formazione della persona. Si è dato impulso alla crescita dello sport sia attraverso la valorizzazione delle discipline sportive presenti sul territorio, sia sostenendo e promuovendo le manifestazioni e le gare. Diversi gli impianti inaugurati negli anni passati (4 palestre in 5 anni: in via Leti, nella scuola ‘Leonardo Da Vinci’, a Rione Murato ed il ‘pistino’ di atletica al coperto). Inoltre, per far fronte alla sempre maggiore richiesta di luoghi di svago e aggregazione, il Comune ha investito nella realizzazione di molti campi da calcetto (2 in località Casabianca, 2 a Lido Tre Archi, 1 in zona Santa Croce, 1 in via Tornabuoni ed altri sottostanti i Palazzi Santarelli. Per l’anno 2009 si prosegue con l’acquisizione dell’area e la progettazione del centro sportivo sociale polivalente Sacri Cuori, l’ampliamento della palestra FGI di via Leti ed il manto della contigua pista di atletica, il completamento del campetto a Santa Caterina, la realizzazione dello ‘skate park’, l’avvio del progetto di un campus sportivo zona Capodarco-San Marco Paludi, la realizzazione di una struttura polivalente a Campiglione e la riqualificazione dell’area sportiva e ricreativa di Marina Palmense.


E’ stata, inoltre, prevista la realizzazione del campo sintetico dell’Azzurra e di Capodarco. Rendere la città efficiente, con servizi qualificati e più aderenti ai bisogni dei cittadini, con meno sprechi ed una più equa tassazione rappresentava uno degli obiettivi che l’Amministrazione è riuscita a raggiungere, anche attraverso la costituzione di società controllate o partecipate. Le società controllate attualmente sono 4: la Fermo Asite, la Solgas, la Società Patrimoniale Immobiliare e la Pharmacia. Per quel che riguarda l’Asite, oggetto spesso di polemiche da parte dell’opposizione, è bene far presente che per lo smaltimento dei rifiuti le tariffe applicate dalla stessa società sono ferme al 2001 offrendo un notevole vantaggio ai Comuni del Fermano che conferiscono presso questo impianto. Teniamo anche a far sapere che per il 2009 l’obiettivo di questa società è il pareggio di bilancio. Fermo è dunque oggi una città dinamica, una città in movimento dopo un lungo percorso di riqualificazione dei quartieri ed il rilancio economico del centro storico. Fermo è una città che investe molto nel turismo: i numeri parlano di una città che non certo mancato l’appuntamento con i turisti ed i visitatori. Ma Fermo è anche turismo d’arte del quale è stata essenziale la scelta di sviluppare nuovi sistemi di gestione dei musei del territorio (Musei di Marca – firmati dei protocolli d’intesa con l’Arcidiocesi ed i Comuni della Provincia di Fermo per la costituzione di una rete museale).


Fermo però è anche mangiar bene e vivere bene: Tipicità – Festival dei Prodotti Tipici delle Marche rappresenta un’iniziativa tra le più affermate in Italia ed un punto di riferimento per tutto il territorio ed è sempre più vetrina privilegiata per tutte le risorse che il Fermano e le Marche sono in grado di offrire. Per proseguire poi nel mondo della cultura: grandi stagioni di Lirica, Prosa, Concertistica, convegni, concerti, spettacoli estivi mostre ed incontri per un totale di 1173 appuntamenti pari ad una media di 3,214 giornalieri. Cultura e turismo sono divenuti, così, un binomio inscindibile e fortemente integrato in una lungimirante prospettiva di marketing turistico e territoriale. Così come negli anni precedenti anche quest’anno l’Amministrazione Comunale ha rispettato il Patto di Stabilità cosa che non era mai accaduta con le amministrazioni di centro sinistra.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2009 alle 18:27 sul giornale del 01 aprile 2009 - 1012 letture

In questo articolo si parla di politica, bilancio, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV