Saturnino Di Ruscio incontra l\'Eurodeputato Paolo Bartolozzi

di ruscio e Bartolozzi 3' di lettura 23/03/2009 - “La nascita della Provincia potrà portare il contributo decisivo per una maggiore riconoscibilità, in ambito nazionale ed internazionale, del Fermano. Nel nostro territorio si producono, tra le tante cose, le migliori scarpe, i cappelli più belli, la sana enogastronomia e l’innovativa meccatronica”.

Il candidato Presidente alla Provincia di Fermo Saturnino Di Ruscio ha incontrato ieri mattina all’Hotel Residence Charlie di Lido di Fermo l’Eurodeputato del Pdl On.le Paolo Bartolozzi, membro della Commissione Economica e Finanziaria del Parlamento Europeo di Strasburgo. Per l’occasione è stata promossa una tavola rotonda dal titolo “La Comunità Europea per una strategia comune nella lotta alla crisi dell\'impresa”. Presenti in sala rappresentanti del mondo bancario, esponenti dell’imprenditoria locale e delle associazioni di categoria. Saturnino Di Ruscio ha spiegato il suo progetto per una Provincia internazionale: “Il nostro territorio fa dell’esportazione all’estero uno dei suoi punti forza. Con i suoi 170 mila abitanti il Fermano sarà una sorta di città/provincia. Per questo dobbiamo essere sempre più proiettati in Europa e nel mondo. Dobbiamo lavorare uniti e aprire rapporti diretti con i nostri rappresentati a Strasburgo”.


E’ la prima volta che un Candidato Presidente alla Provincia instaura un legame di collaborazione con un europarlamentare: una linea di comunicazione importante per il futuro del Fermano. Dopo l’introduzione di Di Ruscio è stata la volta dell’On.le Paolo Bartolozzi: “Avere buone amministrazioni locali che interpretino al meglio i bisogni della gente è fondamentale. L’esperienza e le capacità dimostrate da Saturnino Di Ruscio, con la sua voglia di crescita e di armonizzare, sono un aspetto quanto mai significativo. E’ questa la caratteristica vincente che manca alla sinistra che non ha né capacità di analisi né alcun tipo d’idea propositiva. La crisi della sinistra italiana è prima culturale poi politica”.


Eurodeputato Bartolozzi che ha illustrato gli interventi promossi dalla Comunità Europea per combattere la crisi: “Alla base di tutto quello che stiamo vivendo c’è un problema di regole. In Europa ci sono regolamenti da rispettare, in altri paesi del mondo no (un esempio su tutti la Cina). Com’è possibile una competizione leale? Lo stesso vale per il settore finanziario internazionale. In America non esiste nessun organo istituzionale che controlli le banche. Ed è proprio dagli Stati Uniti che sono partiti i cosiddetti ‘titoli tossici’. E’ necessario ristabilire il principio del diritto che superi il profitto e la logica economica fine a se stessa. Questa crisi ci da una grande opportunità: ristabilire nuovi valori e affrontare tutti quei problemi che possono darci garanzie di sviluppo per i prossimi 30 anni”.


Bartolozzi che tra le priorità degli interventi del Parlamento Europeo ha evidenziato: “Il settore delle energie alternative, il risparmio energetico e una politica di aiuto alla disoccupazione. In tal senso ci muoveremo nei prossimi mesi”. Il messaggio che arriva da Saturnino Di Ruscio e da Paolo Bartolozzi è chiaro: “Per problemi nuovi servono risposte nuove. E’ tempo di cambiare i soliti schemi della politica, per entrare in una logica del fare e della lungimiranza per costruire un nuovo sistema di sviluppo”. E’ stata poi la volta delle domande degli imprenditori e degli esponenti del mondo della finanza. Tra i vari punti emersi, la richiesta da parte del Presidente Carifermo Alberto Palma, di regole europee uniformi per gli Istituti di Credito: “Auspichiamo – ha spiegato Palma – un maggior equilibrio della concorrenza anche per garantire benefici al territorio in cui le banche operano”.


L’imprenditore alimentare Luca Monaldi ha ulteriormente sottolineato la differenza tra le rigide regole imposte ai produttori italiani ed europei contro la quasi totale assenza di criteri in mercati come l’India o la Cina. Tra le altre domande: la tutela europea sul Made in Italy della calzatura, la rintracciabilità dei prodotti enogastronomici d’eccellenza e le politiche energetiche future.


da Saturnino Di Ruscio
candidato alla presidenza Prov. Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2009 alle 17:16 sul giornale del 23 marzo 2009 - 1043 letture

In questo articolo si parla di politica, saturnino di ruscio





logoEV
logoEV