Sant\' Elpidio a Mare: biblioteca comunale intitolata a Santori, momenti toccanti

antonio santori 3' di lettura 17/03/2009 - Emozione e commozione. Sono le parole che hanno contraddistinto la giornata di sabato 14 marzo, dedicata dall’Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione alla memoria del compianto ed indimenticato prof. Antonio Santori.

Giornata culminata nell’intitolazione della Biblioteca Comunale al docente, poeta, filosofo, direttore artistico e di riviste culturali, ideatore e promotore di eventi, nonché Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Turismo del Comune di Sant’Elpidio a Mare (dal 2004 al febbraio 2007), scomparso nell’agosto di due anni fa. La manifestazione, che non a caso si è tenuta nel giorno della sua nascita, ha visto un crescendo di iniziative intense e partecipate.


Ad aprire il ricco programma è stato il poeta e critico letterario Gianfranco Lauretano, che al mattino ha incontrato all’Auditorium “G. Giusti” gli alunni delle quarte classi delle scuole elementari cittadine per spiegare loro “le parole avventurose della poesia”. Quindi nel pomeriggio, prima dello scoprimento della targa all’esterno della biblioteca, alla presenza di autorità civili e militari, sul palcoscenico dell’Auditorium si sono avvicendati i saluti sentiti del sindaco Alessandro Mezzanotte, dell’Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Turismo Giuseppe Cifola, del consigliere comunale Giovanni Martinelli, del prof. Diego Poli dell’Università degli Studi di Macerata, del prof. Laureano e del dott. Walter Cassetta, presidente dell’Associazione Culturale “Antonio Santori”.


A ringraziare il pubblico intervenuto e l’Amministrazione Comunale per l’iniziativa la signora Cristina, moglie del prof. Santori, insieme ai figli. Emozionante e poetico il momento dal titolo “Improvvisazioni”, in cui all’ascolto, per la prima volta, delle registrazioni di alcune poesie, lette del prof. Santori, si sono alternate la musica e le arie eseguite da Chiara Virgili al pianoforte, Daniele Cococcioni alla fisarmonica, Giovanni Aprile al corno e Clara Renzi (soprano).


Commovente lo scoprimento della targa fatto dal sindaco Mezzanotte, dall’Assessore Cifola e dalla moglie del prof. Santori, la signora Cristina. Nella biblioteca inoltre è stata allestita una mostra ricca di fotografie, lettere, documenti, articoli di giornali, manifesti e poesie sulle varie iniziative ideate e curate dal prof. Santori. A suggellare in serata l’intera manifestazione, sempre all’auditorium “G. Giusti”, il concerto “Albergo ad ore”.


Una produzione originale ed inedita che Ramberto Ciammarughi ha definito “un’ operazione musical teatrale su testi di Antonio Santori per ricordare un amico ma soprattutto un grande uomo di cultura”. Un’operazione che è sembrata a tutti molto ben riuscita non soltanto grazie all’estro geniale del pianista di Assisi, ma anche per l’ottima interpretazione di Pino Menzolini e per l’accompagnamento alla chitarra di Roberto Zechini.


Questa intitolazione della biblioteca comunale al prof. Santori è un giusto tributo ad un uomo di elevatissimo spessore culturale ed umano ed un messaggio ai giovani affinché coltivino sempre più l’amore per la lettura, per i libri, per la poesia, per il teatro e per il bello” – hanno dichiarato il sindaco Mezzanotte e l’Assessore Cifola.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2009 alle 17:58 sul giornale del 17 marzo 2009 - 1984 letture

In questo articolo si parla di politica, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare





logoEV
logoEV