Erogazione del metano: il Comune chiarisce

fermo 1' di lettura 28/02/2009 - Leggo dalla stampa la nota dell’Ing. Alessandro Ferracuti, membro della Commissione Edilizia del Comune di Fermo il quale mette in dubbio il potere calorifero del gas che giunge e viene distribuito nel nostro territorio.

Premesso che forse all’ing. Ferracuti è sfuggito il fatto che nelle ultime settimane la temperatura è stata molto bassa ed il freddo percepito quindi maggiore, vorrei anche far lui presente che forse non è a conoscenza dell’esistenza di una Carta Servizi che regola e garantisce gli utenti circa la qualità del servizio reso.


Inoltre è bene sottolineare che esiste anche una normativa di settore che disciplina in modo rigoroso tutte le caratteristiche del servizio, ivi compreso il potere calorifero del prodotto distribuito la cui eventuale difformità va scientificamente dimostrata con procedure codificate, in assenza delle quali qualunque affermazione in merito, non supportata da dati e verifiche, può assumere aspetti di responsabilità nei confronti non solo della società comunale ma anche indirettamente nei confronti dei soggetti primi distributori del servizio.


Sarebbe opportuno che l’Ing. Ferracuti, prima di esternare le proprie considerazioni sulla stampa e mettere in dubbio la qualità di un servizio svolto da una società come la Solgas, che rappresenta un valore aggiunto per la Città di Fermo, si accertasse della veridicità delle sue affermazioni. In questo modo non crea informazione per i cittadini che leggono ma soltanto disinformazione. Tralascio, poi, i possibili danni conseguenti tali dichiarazioni per le quali sarà il Presidente della società di servizi Solgas a valutarne le conseguenze.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2009 alle 17:00 sul giornale del 28 febbraio 2009 - 902 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV