I ragazzi dell\'ITCG premiati da Fini alla Camera dei Deputati

2' di lettura 07/02/2009 - “Viaggio nella costituzione italiana e nella Grundgesetz tedesca” è il titolo del progetto con cui gli studenti delle classi 5A e B del corso Iter dell’ITCGT “G.B. Carducci – G. Galilei” di Fermo, sotto la guida della docente di lingua tedesca Bianca Cruciani si sono classificati al primo posto nella Regione Marche, nel contesto del concorso nazionale “Giornata di formazione a Montecitorio”.

Il progetto si colloca nel contesto del gemellaggio Fermo-Ansbach ed in particolare degli scambi culturali e linguistici tra l’ITCG “G.B. Carducci – G. Galilei” di Fermo ed il Platen Gymnasium di Ansbach positivamente attivati ormai da tre anni. L’idea di approfondire lo studio comparato della costituzione italiana e tedesca è nata proprio durante una di queste esperienze di scambio scolastico in cui gli studenti fermani, sono stati incuriositi dalle differenze tra il sistema delle istituzioni pubbliche tedesche e quelle italiane.


Difformi abitudini e tradizioni culturali, così come le differenze linguistiche, si legano al concetto di nazione che rappresenta il sostrato culturale da cui si generano anche quelle differenze istituzionali e di forma di governo che trovano definizione nella costituzione. Gli studenti insieme ai docenti Bianca Cruciani e Luigino Ferrini sono già stati ricevuti alla Camera dei Deputati lo scorso 18 dicembre 2008 dal Presidente Gianfranco Fini e sono prossimi a ripartire il 10 febbraio p.v. In occasione della Giornata del Ricordo docenti e studenti dell’ITCGT “G.B. Carducci – G. Galilei” saranno ricevuti presso Montecitorio dal Presidente Gianfranco Fini e parteciperanno alle cerimonie ufficiali in programma. E’ previsto l’incontro anche con tutti i deputati eletti nelle Marche. Nella giornata dell’11 febbraio gli studenti conosceranno la Camera dei Deputati da vicino, assistendo ai lavori delle commissioni parlamentari, visitandone la Biblioteca e conoscendo da vicino anche come lavorano gli uffici stampa di Montecitorio.


Un’esperienza indubbiamente formativa che avvicina i giovani alle istituzioni italiane e che fa anche ampliare l’orizzonte verso quelle di altri Paesi Europei. Se è vero che l’Europa si costruisce dal basso, la reciproca conoscenza è il primo strumento a cui far ricorso, perché abbatte i pregiudizi e crea le premesse per un vero dialogo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 07 febbraio 2009 - 848 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV