Ripascimento dei litorali, strategia vincente contro l\'erosione

mare 1' di lettura 06/02/2009 - Il prossimo lunedì 9 febbraio alle ore 9,30 la Regione Marche consegnerà, ad un’ATI (Associazione Temporanea Imprese) il cui capogruppo è Lungarini, i lavori per il ripascimento del litorale marchigiano.

Il ripascimento dei litorali si è rivelato una strategia vincente e dal basso impatto ambientale in grado di contrastare l’erosione delle coste. Il progetto di ripascimento dei litorali, infatti, rientra nel piano più generale di riqualificazione delle coste e nel progetto di difesa delle coste stesse e dell’immediato entroterra. I litorali sono attualmente caratterizzati da forti elementi di vulnerabilità e rischio per la presenza di accentuati fenomeni di erosione e di ingressione marina.


Questi fenomeni dipendono dalla dinamica del mare, ma sono significativamente influenzati dall\'uso che si è fatto in passato del territorio e delle sue risorse: il ripascimento si è affermato a livello internazionale come soluzione ideale per questo tipo di problema ed il ripristino della viabilità. Parte di questi lavori, dunque, interesseranno anche il litorale fermano e tra le altre cose vedranno anche la rimozione del deposito di sabbia che c’è a Marina Palmense.


Attualmente l’erosione della fascia costiera rappresenta la maggiore minaccia per le risorse naturali ed economiche delle aree costiere con conseguente crescente necessità di attuare efficaci misure di protezione. I progetti di difesa costiera portati avanti dalla Regione Marche sono costantemente vigilati dagli organismi regionali e nazionali accreditati quali ICRAM (attuale ISPRA) e ARPAM.






Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 06 febbraio 2009 - 1302 letture

In questo articolo si parla di fermo, mare, Comune di Fermo





logoEV
logoEV