Porto S. Elpidio: Catini e Andrenacci, \'bilancio partecipativo\'

catini marco 2' di lettura 01/02/2009 - A partire dalla prossima settimana il Comune di Porto Sant’Elpidio darà ufficialmente avvio, per l’anno 2009, al processo di costruzione partecipata del bilancio di previsione. L’Amministrazione Comunale conferma così di puntare sul metodo partecipativo come caratterizzante nella assunzione delle scelte.

Quella della partecipazione è diventata una scelta strategica per la città. La strada è quella iniziata con le assemblee di quartiere, con la messa a disposizione dei comitati di un budget per interventi di particolare urgenza, maturata poi nella volontà di elaborare un bilancio partecipativo da condividere anche con i Sindacati, le associazioni di categoria e quelle cittadine e di volontariato.


Così a partire da mercoledì 4 febbraio il Sindaco Mario Andrenacci e l’Assessore al Bilancio Marco Catini incontreranno CGIL, CISL, UIL, Confcommercio, Confeserencenti, Confindustria e Confartigianato, CNA, Camera di Commercio. \"Pur se limitatamente ai confini della nostra città, - spiega il Sindaco Mario Andrenacci - ci riproponiamo, con la pratica del bilancio partecipativo, di favorire il rapporto tra cittadini e cosa pubblica che passa attraverso la conoscenza, l\'espressione di pareri consapevoli, la ricerca condivisa di soluzioni.


Lo scopo è quello di rendere trasparente l\'azione amministrativa favorendo così la democrazia partecipativa attraverso il contributo progettuale dei gruppi e delle associazioni che operano nella società civile. La modalità partecipativa non si esaurisce nella Settimana della Partecipazione. Nel corso dell\'anno l\'Amministrazione Comunale porta all\'attenzione e alla partecipazione dei cittadini alcuni progetti di particolare rilevanza come avvenuto già in passato per Piazza Garibaldi e l’Ex FIM sui quali ritiene di dover condividere approcci, dinamiche e obiettivi.


In termini generali, - spiega l’Assessore Catini - il Bilancio Partecipato potrebbe essere definito come un processo decisionale che consiste in un\'apertura della macchina statale alla partecipazione diretta ed effettiva della popolazione nell\'assunzione di decisioni sugli obiettivi e la distribuzione degli investimenti pubblici. E’ nostra intenzione proseguire con questa formula di democrazia partecipativa dando la possibilità oltre che ai comitati di quartiere anche alle associazioni e ogni singolo imprenditore che ne fanno espressa richiesta di condividere questo importante strumento di programmazione dell’attività amministrativa”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 02 febbraio 2009 - 1081 letture

In questo articolo si parla di politica, porto sant\'elpidio, Comune di Porto Sant\'Elpidio, porto s.elpidio, catini marco, assessore al bilancio





logoEV
logoEV