S. Elpidio a Mare: il comune ispira testi e libri

libri 1' di lettura 29/01/2009 - Le bellezze culturali e storiche di S. Elpidio a Mare come fonte di ispirazione per testi e libri.

E’ quanto accaduto con “La Santa Croce. Disperazione e Redenzione di un Cavaliere” scritto da Cesare Catà, una prosa drammaturgica, a due voci, dedicata a una rivisitazione della leggenda medievale legata alla Basilica di Santa Croce al Chienti. La leggenda vuole che un Cavaliere di nome Lotario, impazzito per l’amore di una dama ascolana, Imelda, abbia costruito quella Basilica a gloria del suo amore scomparso.


Cesare Catà riprende questa leggenda e ne trae un testo in cui si mescolano arditamente uno sfondo medievale dal sapore fantasy e una scrittura violenta, contemporanea, a tratti underground, ma al contempo essenzialmente romantica. Il testo, la cui pubblicazione è stata possibile grazie all’Associazione Santa Croce e al Comune di Sant’Elpidio a Mare, dopo aver fatto tappa nelle città di Fermo, Civitanova e Sant’Elpidio a Mare, verrà presentato domenica 1 Febbraio, alle ore 18 alla Libreria “La Rinascita” di Ascoli Piceno. “Siamo ancora grati al dott. Catà e all’Associazione Santa Croce per questo testo, ormai così diffuso, che valorizza un sito culturale di notevole rilevanza nel panorama regionale e italiano come è la Basilica di S. Croce al Chienti” – ha dichiarato il sindaco Alessandro Mezzanotte.


Alla presentazione prenderanno parte, con l’autore: la prof.ssa Donatella Ferretti, docente di Filosofia, il giornalista Adolfo Leoni, direttore di Media Comunicazioni, e Manfredo Longi, per l’Associazione Santa Croce. L’incontro sarà coordinato dal vicesindaco di Ascoli Andrea Maria Antonini, assessore alla cultura e promotore dell’evento.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 29 gennaio 2009 - 1077 letture

In questo articolo si parla di libri, cultura, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare





logoEV
logoEV