Porto S. Elpidio: un fine settimana ricco di spettacoli

neri marcorè 3' di lettura 29/01/2009 - Un fine settimana ricco di spettacoli tra villa Baruchello e Teatro delle Api. Ancora una volta è “en plein” su tutto il fronte. 

Non finisce più di stupire la grande vivacità culturale e, nel contempo, la capacità di attrarre pubblico da tutta la regione, della città di Porto Sant’Elpidio. A detta dei più prestigiosi opinion leader delle Marche in campo culturale, Porto Sant’Elpidio ha saputo costruire negli ultimi tre anni, anche a seguito dell’apertura del Teatro delle Api il 25 ottobre 2006, una programmazione che non ha nulla da invidiare a quella delle grandi città. Anche sotto il profilo della formazione del pubblico i risultati sono più che lusinghieri.




A confermarlo sono i dati di fatto. L’intensissimo fine settimana del 23-24 e 25 gennaio, infatti, ha fatto registrare il tutto esaurito per ognuno degli spettacoli in programma tra Villa Baruchello ed il Teatro delle Api. Venerdì 23 a Villa Baruchello grande successo ha avuto, all’interno del programma della settimana provinciale dell’Intercultura, il concerto Tam Multikulti di Bill Carrothers, uno dei pianisti più originali ed eclettici della scena jazzistica USA. Tutto esaurito anche per “La commedia di Candido” con Ottavia Piccolo, sabato 24 e per lo spettacolo per ragazzi “OZ”, domenica 25, entrambi al Teatro delle Api.




“I risultati ci stanno dando ragione – ha dichiarato il Sindaco Mario Andrenacci - con l’apertura del Teatro delle Api e l’apporto delle competenze di professionisti seri e capaci come Neri Marcorè, Battista Tofoni e Marco Renzi, abbiamo compiuto un indubbio salto di qualità, avendo alle spalle una base di programmazione culturale già precedentemente solida, partecipata ed al passo con i tempi. Il riscontro positivo di un pubblico proveniente da tutta la regione ed i ripetuti en plein negli spettacoli ci riempiono di orgoglio e, tuttavia, credo sia doveroso evidenziare come non siano frutto del caso ma, corrispondano ad un preciso lavoro di coesione culturale e comunitaria, portata avanti negli anni a partire dalle scuole e dai quartieri, con una costante attenzione ai giovani ed all’associazionismo. Se oggi il raccolto è buono è perché abbiamo seminato il terreno. La qualità della città non si misura solo con le opere pubbliche ma anche con la ricchezza della proposta culturale e la valorizzazione del sociale. Proprio grazie a questa attenzione per i settori della cultura e del sociale Porto Sant’Elpidio è diventata punto di riferimento di un territorio più vasto”.




Battista Tofoni Direttore Artistico del comparto musicale del Teatro ha dichiarato a sua volta: “Non possiamo che esprimere soddisfazione per l’andamento delle cose. I riconoscimenti e l’apprezzamento che Neri Marcorè, Marco Renzi ed io riceviamo per la qualità della programmazione, unitamente al riscontro, altissimo, di partecipazione del pubblico, sono un dato eloquente. Dobbiamo proseguire su questa strada e confermare, negli anni, l’eccellenza che oggi ci contraddistingue”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 29 gennaio 2009 - 2403 letture

In questo articolo si parla di attualità, neri marcorè, porto sant\'elpidio, Comune di Porto Sant\'Elpidio





logoEV
logoEV