Porto S. Elpidio: la Soprintendenza ribadisce il parere sull’ex Cinema Moderno

sindaco di Porto s.elpidio 2' di lettura 18/01/2009 - Il 31 dicembre scorso il Sindaco di Porto Sant’Elpidio Mario Andrenacci aveva avanzato alla Soprintendenza per i Beni Culturali di Ancona una richiesta di accesso agli atti, per avere copia del procedimento di riconoscimento dell’eventuale rilevanza storico artistica dell’ex Cinema Moderno.

La Soprintendenza, dopo aver preso atto della richiesta ed accordato l’estrazione di copia del fascicolo, in data mercoledì 14 gennaio ha fornito la documentazione richiesta. Il parere, espresso dalla Soprintendente Arch. Anna Di Bene, e trasmesso alla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche, unitamente alla “relazione dei lavori di saggio sulla struttura muraria al fine di accertare lo stato di conservazione dell’edificio Cine Teatro Moderno -Beniamino Gigli-“ è, ancora una volta, molto preciso e ribadisce la piena legittimità degli intenti e dei progetti dell’Amministrazione Comunale per la riqualificazione di Piazza Garibaldi.


Nella nota in argomento si legge espressamente : “Si comunica che a parere di questa Soprintendenza, l’edificio in oggetto non può essere sottoposto alla verifica dell’interesse culturale di cui all’articolo 12 del Decreto legislativo n. 42/2004 e ss.mm.ii., poiché gli stravolgimenti e l’irreversibile stato di degrado renderebbero inopportuno qualsiasi intervento di recupero e restauro”. Il Sindaco Mario Andrenacci ha dichiarato a riguardo : “La Soprintendenza di Ancona torna a ribadire, dopo un anno e sette mesi, lo stesso parere ( lo aveva già espresso nell’aprile 2007 ) sull’insussistenza dell’interesse culturale dell’ex Cinema Moderno. Non posso che esprimere soddisfazione per questa conferma da parte del Soprintendente Arch. Anna Di Bene. Abbiamo lasciato lavorare serenamente la Soprintendenza, senza mai interferire sull’operato, nella certezza che ragione e buon senso avrebbero prevalso, come puntualmente è accaduto. Purtroppo i ritardi che siamo costretti a registrare per l’avvio dei lavori di riqualificazione di Piazza Garibaldi, a causa delle azioni messe in essere da parte di alcuni concittadini, hanno arrecato danni incalcolabili alla città. Ora mi auguro che il Comitato Tecnico Scientifico del Ministero dei Beni Culturali, che si riunirà a Roma a breve, possa concludere definitivamente il procedimento sollecitato da alcuni.


Il parere della Soprintendenza di Ancona, comunque, è un passaggio fondamentale per la rapida conclusione dell’iter di Piazza Garibaldi. Possiamo guardare con fiducia al futuro ed andare avanti con determinazione e decisione nel nostro progetto di riqualificazione della città, per continuare a fare di Porto Sant’Elpidio una città leader, moderna, dinamica e laboriosa.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 19 gennaio 2009 - 2081 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant\'elpidio, Comune di Porto Sant\'Elpidio, sindaco di porto s.elpidio





logoEV
logoEV