Scendoni: il bilancio del Comune sui lavori pubblici

fermo 2' di lettura 15/01/2009 - In questi ultimi anni l’Amministrazione Comunale ha impegnato risorse consistenti per interventi di recupero del centro storico. Basta elencarne alcuni per capire il grande lavoro fatto.

La ristrutturazione dell’ex seminario a servizio dell’Università, della Biblioteca Comunale, del Palazzo dei Priori, di Piazza del Popolo e della sede municipale con nuova illuminazione ed eliminazione delle reti esterne di tutti gli impianti tecnologici, la ristrutturazione di Palazzo Strabone dove non è stata trascurabile la spesa per l’acquisto, la scuola elementare e materna Sapienza, la sede di Ingegneria in via Brunforte. Sono stati attuati interventi di riqualificazione di via Roma, via XX settembre con l’eliminazione delle barriere architettoniche. Sistemate via Brunforte, via Battisti, Piazza O. Ricci, via Sapienza, via Assalti, via Morrone, via Adami, Largo Falconi, Largo Maranesi, via Saffi. Ci sono poi diversi progetti predisposti e da realizzare nei prossimi anni: Riqualificazione e recupero Fontevecchia e Cisterne Romane, compresa via Strabone, via degli Aceti, via Di Cecco e via Leopardi; Collegamento meccanizzato di via XX settembre con viale Vittorio Veneto compresi i marciapiedi e le mura adiacenti; Collegamento di via dell’Università con il Girfalco. Questi ultimi due interventi, che sono in corso di appalto, hanno subito dei ritardi per problemi autorizzativi. Tutte queste opere sono state realizzate sia con finanziamenti statali che con un impegno considerevole di diversi milioni di Euro da parte del Comune di Fermo.


L’azione di restauro e riqualificazione del centro storico, con interventi pubblici e privati, come l’intervento presso l’ex cinema nuovo che prevede la sistemazione delle vie pubbliche adiacenti e l’intervento comunale negli edifici pubblici della zona, è mirato all’eliminazione del degrado ambientale e delle criticità, insieme allo sviluppo dei servizi per l’accessibilità ed alla valorizzazione della città caratterizzata come sistema organizzato di una pluralità di funzioni che valorizzano e migliorano la qualità della vita. C’è stato anche un impegno notevole dell’Amministrazione nell’acquisto di alcuni beni fondamentali per lo sviluppo della città come il Fontevecchia e l’ex Consorzio Agrario. Nel passato nessuna Amministrazione Comunale ha mai destinato risorse così importanti per il recupero del centro storico - con tutte le difficoltà legate alla crisi economica di questo periodo – che sicuramente presenta grandi problemi legati agli impianti tecnologici fatiscenti e grande è stato lo sforzo e l’impegno degli enti gestori al fine di programmare un intervento complessivo per risolvere definitivamente il problema.


da Maurizio Scendoni
assessore lavori pubblici




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 15 gennaio 2009 - 848 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo





logoEV
logoEV
logoEV