Nuove realtà territoriali: incontro per accordo ripartizione del personale

giunta provinciale di ascoli piceno 3' di lettura 14/01/2009 - In data 13 gennaio 2009, presso la Sala della Giunta Provinciale, si sono incontrate le delegazioni trattanti di parte pubblica e di parte sindacale per un ulteriore confronto sull’ipotesi di accordo per la ripartizione del personale tra le due nuove realtà territoriali di Ascoli Piceno e Fermo.

Per la Parte Pubblica erano presenti: il Direttore Generale Dott.ssa Serafina Camastra, il Dirigente al Personale Dott. Giuseppe Serafini, il Dirigente con delega alla Riorganizzazione del Territorio delle Province di Ascoli Piceno e Fermo, Dott. Giovanni Della Casa, il Dirigente Dott.ssa Lucia Marinangeli. All’incontro ha partecipato anche il Presidente Massimo Rossi Per la Parte Sindacale i Segretari territoriali delle singole organizzazioni oltre alla RSU.


Le parti, confermata la validità della bozza d’accordo elaborata nell’incontro del 29 dicembre 2008, all’esito di un lungo percorso di concertazione, hanno preso atto delle decisioni assunte a larga maggioranza nella seduta della Giunta del 5/1/2009 e pertanto; ravvisata l’opportunità di prevedere un trasferimento del personale quanto più possibile consensuale; tenuto altresì conto della compatibilità finanziaria sui bilanci annuali e pluriennali; esaminate le istanze avanzate dalle singole rappresentanze sindacali; ritenuto necessario individuare una mediazione che tenga conto delle primarie necessità delle due nascenti Amministrazioni.


Hanno, in particolare, convenuto:

1.di prendere atto della nuova bozza d’accordo approvata dalla Giunta Provinciale nella seduta del 5/1/2009.

2. di ribadire l’importanza di conseguire il massimo possibile della mobilità volontaria concordando a tal fine di prevedere, oltre all’indennità di trasferimento confermata nella bozza di accordo approvata dalla giunta, la possibilità che il personale, che opta per il trasferimento alla nuova Amministrazione di Fermo, scelga, in alternativa all’indennità di cui sopra, un’indennità di disagio quantificata sulla base della distanza chilometrica effettiva tra la propria residenza e la nuova sede di lavoro, per un periodo massimo di cinque anni,.


3. di stabilire che al personale che volontariamente sceglierà, avvalendosi delle due possibilità di cui sopra, di trasferirsi nella nuova Amministrazione Provinciale di Fermo non spetterà l’opzione di rientro e che lo stesso potrà eventualmente rientrare nei posti vacanti della nuova provincia di Ascoli Piceno beneficiando esclusivamente del diritto di precedenza rispetto ad altri dipendenti pubblici che avranno avanzato pari domanda di mobilità.


Le parti hanno altresì apportato altre modifiche non sostanziali disciplinando ad esempio il diritto a permanere nella dotazione organica dell’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno del personale beneficiario di diritti previsti dalla L.104/92 e dalla L.68/99. La delegazione di Parte Sindacale indirà l’assemblea del personale Venerdì 16.1.2009 alle ore 9,00 per sottoporre ai dipendenti l’approvazione della citata ipotesi. Le parti si incontreranno Lunedì 19 gennaio p.v. per la sottoscrizione della pre-intesa in vista della definitiva sottoscrizione dell’accordo decentrato da parte della delegazione trattante e del Commissario della Provincia di Fermo in qualità di legale rappresentante della Provincia di Fermo..






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 14 gennaio 2009 - 833 letture

In questo articolo si parla di politica, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno





logoEV
logoEV