Porto Sant\'Elpidio: Andrenacci promotore di un partenariato Porto Sant’Elpidio e l’India

porto sant\'elpidio 3' di lettura 17/11/2008 - Il Comune di Porto Sant’Elpidio e l’india intensificano i rapporti in campo economico e commerciale.

Già da tempo il Sindaco Mario Andrenacci si è fatto promotore di un partenariato strategico con questa futura potenza economica prendendo parte a diverse missioni ed organizzando svariati incontri con gli imprenditori indiani. L’Ultimo, in ordine di tempo, è stato quello che si è concluso lo scorso 8 novembre, quando una delegazione di imprenditori e docenti indiani si è recata a Porto Sant’Elpidio per far visita ad alcune aziende del territorio. La missione, fortemente sostenuta dal Primo Cittadino nell’ottica di potenziare i rapporti con gli imprenditori indiani, è stata promossa e organizzata da UNIDO (Ufficio per la Promozione Tecnologica e degli Investimenti) e PISIE (Politecnico Internazionale per lo Sviluppo Industriale ed Economico) allo scopo di favorire la cooperazione industriale con le imprese dei paesi in via di sviluppo, ricercare nuovi partner industriali , nonché fornire formazione e assistenza tecnica ai programmi di cooperazione Italiana con i paesi in via di sviluppo.

La nascita di questo legame economico e commerciale con l’India risale, però, al novembre 2007 quando l’Amministrazione Comunale di Porto Sant’Elpidio decise di organizzare, a Villa Barucchello, un convegno, dal titolo “India: le opportunità nel settore calzaturiero”, cui presero parte numerosi imprenditori elpidiensi ed indiani. I rapporti proseguirono, poi, con la partecipazione del Sindaco Andrenacci ad una missione governativa in india (febbraio 2007) e successivamente con la Fiera di Chennei, un importante evento fieristico, nell’ambito degli accessori per calzature, che ha visto la partecipazione di oltre 10 mila visitatori e la disputa di una partita della solidarietà con gli imprenditori indiani per raccogliere fondi a favore del Dharma Hospital.

“Il mercato indiano – ha detto il Sindaco Mario Andrenacci - offre grandi prospettive alle nostre aziende. L’iniziativa è servita a istaurare rapporti commerciali con gli imprenditori indiani, favorire la nascita di nuovi contatti e diffondere la conoscenza del Made in Marche, presentando il modello imprenditoriale marchigiano attraverso visite aziendali. Esportare non significa solo vendere e far viaggiare prodotti da un luogo all’altro del globo, ma significa anche diffusione di metodologie di lavoro, di modi di fare impresa. Tramite gli scambi commerciali aumentano le occasioni di conoscenza reciproca di usi, costumi e tradizioni. In questo modo si possono scambiare valori che accompagnano l’attività imprenditoriale: tutela dell’ambiente, del lavoro, dei minori, delle donne”.

“La visita nel nostro distretto – ha dichiarato l’ing. Sergio Dulio, consulente sugli aspetti di Tecnologia e formazione della PISIE e tutor del programma di formazione dei Distretti del Chennai – ha permesso agli imprenditori indiani di visitare il piccolo atelier come la grande azienda. Una visita che ritengo sia stata molto utile per stabilire contatti con le singole aziende”. “E’ stata un’esperienza molto utile - ha dichiarato il signor M. Viswanathan, agente dell’ UNIDO (Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale) – che ci ha permesso di ammirare l’alta qualità del prodotto Made in Italy e di comprenderne i passaggi per la sua realizzazione. Abbiamo notato la minuziosa attenzione e precisione che viene posta in tutte le fasi di lavorazione del prodotto e abbiamo avuto modo di ammirare l’alta tecnologia che viene impiegata nelle macchine che realizzano il prodotto”.

“Riferiremo le conoscenze apprese nel corso di questa visita ai nostri studenti e promuoveremo il modello marchigiano prendendolo come esempio” – hanno, infine, detto alcuni docenti indiani del Central Footwear Training Institute e del Centrale Leather Research Institute, che si occupano della formazione di nuove professionalità per le aziende indiane.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 novembre 2008 - 873 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant\'elpidio, Comune di Porto Sant\'Elpidio





logoEV
logoEV
logoEV