Il maltempo piega la città e il territorio

1' di lettura 17/11/2008 - Un violentissimo nubifragio ha messo in ginocchio il Fermano. Chiusa per un\'ora anche l\'autostrada. Situazione critica a Porto San Giorgio. Ma non solo. Difficoltà anche a Sant\'Elpidio a Mare, dove è crollata una parte di un campanile

E\' stato un week end da dimenticare per Fermo e tutto il suo territorio. Il maltempo infatti ha letteralmente messo in ginocchio l\'intera vallata, da Porto San Giorgio fino a Sant\'Elpidio. Venerdi sera addirittura l\'autostrada A14 è rimasta chiusa per oltre un\'ora in direzione sud a causa di una frana registrata poco dopo l\'uscita della galleria Porto San Giorgio. Ma i disagi per la viabilità sono continuati per tutto il fine settimana. La superstrada Fermo-Porto San Giorgio infatti è stata bloccata in direzione monti da un fiume di fango, profondo circa mezzo metro, formatosi per lo spartitraffico che ha convogliato acqua e terra nelle due corsie in salita. Un vero e proprio fiume di fanog che ha letteralmente travolto decine di auto. Alcuni automobilisti addirittura sono rimasti bloccati all’interno dell’abitacolo e sono stati salvati dai vigili del fuoco di Fermo.

Chiuse per diverse ore anche le strade provinciali Paludi e Valdaso. Senza contare poi le case allagate, a decine. L\'emergenza maltempo inotre ha costretto il sindaco di Porto San Giorgio Andrea Agostini a chiudere le scuole sabato mattina. Disagi anche a Sant\'Elpidio a Mare dove una parte del campanile della Chiesa di San Filippo Neri è caduta. I calcinacci sono caduti sul tetto della pinacoteca senza però colpire nessuno.





Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 novembre 2008 - 1127 letture

In questo articolo si parla di autostrada, maltempo, fermo, porto san giorgio, Sant\'Elpidio a Mare





logoEV
logoEV