Anno Europeo del Dialogo Interculturale: gemellaggio con Ansbach

3' di lettura 14/11/2008 - Il 2008 è l’Anno Europeo del Dialogo Interculturale e Fermo, città premiata a livello nazionale, prosegue nella sua opera di educazione alla conoscenza di altre culture del continente europeo, attraverso la formazione delle nuove generazioni ad un’identità europea, risultato composito e colorato dai mille volti della cultura.

E’ giunto alla sua quarta edizione il consolidato progetto di scambio tra gli istituti scolastici superiori della città di Fermo e la città gemellata bavarese di Ansbach: dal 23 al 31 ottobre scorso alcuni studenti dell’ITCGT “G. Carducci – G. Galilei” di Fermo, guidati dalla docente di lingua tedesca Bianca Cruciani, si sono recati ad Ansbach, ospiti dei docenti e studenti del Platen Gymnasium dove si studia la lingua italiana.


Si ricorda che lo scambio nasce nel contesto del gemellaggio stipulato tra le due città nel giugno 2006. Alcuni tra gli studenti fermani, indicati di seguito, avevano già partecipato allo scambio scolastico gli scorsi e sono ritornati piacevolmente per poter continuare il lavoro avviato con gli studenti tedeschi: Alex Achilli,Lorenzo D\'Angelo,Gianmarco Germani, Eleonora Panella, Simone Santini, Luca Torquati; Alessia Contisciani, Federica Girotti, Federica Cataldi, Alessia Marinucci, Vanessa Cutrini; Silvia Donati, Simona Cupidio, Eleonora Postacchini, Cinzia Vallesi, Gessica Ribichini, Sofia Luca; Christian Sarchiè, Serena Bastiani, Noemi Simone. Tante le impressioni degli studenti, sensibili nel cogliere quelle differenze culturali che costruiscono attraverso il confronto, l’autentica ricchezza dello scambio: “E’ stata la mia seconda esperienza ed un\'occasione in più per notare le differenze con la cultura italiana: in Germania la scuola elementare dura quattro anni e segue subito l’inizio della scuola superiore dove, come nel liceo Platen Gymnasium convivono bambini dell’età di 10 anni e ragazzi più grandi di 19 anni” racconta Luca Torquati. Eleonora Panella è colpita invece dalle differenti abitudini alimentari: “Mangiano poco, ma molte più volte al giorno: la colazione è ricchissima, a scuola hanno due lunghi intervalli in cui mangiano molto”.


Alex Achilli aggiunge “I tedeschi rispettano le regole molto più degli italiani in tutti gli ambiti, in Germania a scuola è proibito fumare anche nel cortile, anche negli spazi adiacenti alle classi”, toccando un tema di estrema attualità in questi giorni. Lorenzo D\'Angelo aggiunge \"Anche per me è la seconda esperienza e ho notato una profonda cultura e sensibilità per la musica e per il teatro\". Gli studenti del Platen Gymnasium saranno ospiti della scuola fermana dal 27 marzo al 3 aprile 2009. Novità importante di questa edizione del progetto scolastico: un approccio di studio e ricerca istituzionale sull’ordinamento parlamentare tedesco ed un’analisi comparata della costituzione tedesca ed italiana. Il lavoro di ricerca avviato ad Ansbach proseguirà come percorso didattico per gli studenti fermano del quinto anno di scuola dell’istituto scolastico fermano. Questo perché l’identità europea si costruisce attraverso la conoscenza delle diverse culture, come sostrato, su cui si radicano le istituzioni di uno Stato. Ma il vento internazionale che soffia sulla città di Fermo, continuerà a spirare molto forte nelle prossime settimane: gli eventi della Giornata delle Marche, nella sua edizione 2008, in cui Fermo è città prescelta per le celebrazioni formali, sono ormai alle porte. E Fermo si unirà in un ponte ideale non soltanto con l’Europa, ma con tanti altri continenti più lontani….








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 14 novembre 2008 - 2604 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV
logoEV
logoEV