Camera di Commercio al via per la nuova Provincia

spacca 1' di lettura 27/05/2008 - Oggi l’attribuzione del numero dei consiglieri alle singole organizzazioni. Tra un mese il consiglio camerale.

Spacca: \"primo atto che dà sostanza alla nuova Provincia \".


Nella seduta di questa mattina dell’esecutivo è stato approvato il decreto del presidente della giunta che prevede l’attribuzione alle singole organizzazioni del numero dei rappresentanti per l’istituzione della Camera di Commercio della Provincia di Fermo.


“E’ il primo atto concreto nella direzione del funzionamento della nuova Provincia – ha detto Spacca – il funzionamento di questo organismo in una zona così vitale come il fermano rappresenta un valido contributo per le relazioni economico-sociali ed anche per i rapporti con l’amministrazione regionale, su tutte le questioni che riguardano lo sviluppo.” Il presidente ricorda che le Camere di Commercio sono interlocutrici privilegiate in molte manifestazioni ed in particolare nella politica di internazionalizzazione delle imprese.


I componenti della Camera di Commercio sono 22, così ripartiti per singoli settori e organizzazioni: 2 agricoltura, 3 industria, 6 artigianato, 3 commercio, 1 cooperative, 1 turismo 1 trasporti e spedizioni, 1 credito e assicurazioni, 2 servizi alle imprese, 1 associazioni consumatori, 1 organizzazioni sindacali.


Ora le organizzazioni hanno un mese di tempo per indicare i nominativi. Quindi, con un ulteriore decreto, sempre del presidente della giunta, verrà costituito il consiglio camerale di Fermo.


Il presidente aggiunge che “un aiuto ci è venuto dal Commissario Governativo per l’attuazione della Provincia dott. Michele de Feis, che ha predisposto gli adempimenti che sono alla base del decreto approvato.” La ripartizione è frutto di un lavoro di collaborazione che ha visto protagoniste tutte le associazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 maggio 2008 - 1270 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, gian mario spacca, fermo





logoEV
logoEV