...

L'anno 2021 sarà l' “Anno Giuseppino”. L'anno per cui e in cui papa Francesco propone come modello san Giuseppe, il padre putativo di Gesù. Con questa iniziativa, il Pontefice intende sottolineare e rilanciare con forza il ruolo fondamentale della paternità (oggi tanto eclissatosi e pure tanto ricercato, basti vedere l'impegno preso, da qualche tempo, dai migliori psicanalisti italiani ed europei) e della famiglia anch'essa con profonde crepe. Contemporaneamente, Bergoglio vuole mandare un messaggio sul senso del lavoro, sulla sua qualità, sulla pazienza e sull'onestà, prsentando proprio l'immagine del falegname di Nazareth.



...

Il 2021 si è aperto all’insegna delle stesse difficoltà che hanno caratterizzato l’anno appena trascorso. La città di Fermo non si differenzia dal resto del territorio nazionale, con un tessuto sociale in forte difficoltà e le tante problematiche che l’ente comunale si troverà a gestire.


...

Sabato 9 gennaio. Pomeriggio. Fa freddo. Piove. Scende nevischio. L'interno del Fermano sta imbiancando. In Duomo inizia il Settenario della Madonna del Pianto. Una ricorrenza secolare. Molto sentita. Vanno tutti – adulti e anziani soprattutto - a salutare e ringraziare la Vergine trafitta dalle “sette spade”. Anche chi con la fede ha poca dimestichezza, ma non scorda. La Madonna del Pianto ha sempre protetto Fermo. Lo ha fatto nei casi di pestilenze e nel corso delle guerre.


...

Proseguono gli appuntamenti del progetto “Per boschi e per montagne” con protagonisti gli alunni dell’Istituto Omnicomprensivo di Amandola. Nel terzo incontro online ospiti speciali i rappresentanti del CAI e del Soccorso Alpino. “La montagna è una scuola di vita”.


...

Due le priorità ed insieme le novità portate dall’avvio del 2021 al Liceo Artistico Preziotti Licini di Fermo e Porto San Giorgio: l’ attivazione del Liceo musicale, per l’anno 2021/2022, caldeggiata dalla Provincia di Fermo, nuova opportunità per la Dirigente ed il corpo docenti, e la creazione di una mascotte animata che individua e presenta l’offerta formativa della scuola al completo.


...

Si possono prevedere i terremoti? No! Non si possono prevedere. Si può lanciare un allarme veloce già alle prime scosse? Si! Si può lanciare. E più rapidamente si fa e più danni e morti si possono evitare. Quindi, se la velocità con cui viene dato l'allarme aumenta, i rischi diminuiscono di molto. Avere un avvertimento ravvicinato all'evento sismico consente di mettere in atto misure di salvaguardia. I sistemi di allarme veloce già esistono e sono in funzione.




...

Dicono che san Bernardo abbia guidato i cistercensi alla scuola del Creato ricordando sempre loro che «gli alberi e le rocce vi insegneranno cose che non potreste mai imparare sui libri». Gli alberi, la flora! La vita! Recentemente ho attraversato il Parco della Comunità di Capodarco di Fermo. Una terra di mezzo e un polmone d'ossigeno tra la costa inurbata e cementificata, e i caseggiati del borgo più in alto. Luogo splendido: sette ettari di macchia mediterranea e sub-mediterranea dove sono state piantate circa 1300 essenze vegetali selezionate con la consulenza dell'Università di Camerino e il Corpo Forestale dello Stato.


...

Intervista ad Andre Karl Joress Ebouaney Mbime







...

Ogni giorno tra cartelle esattoriali, bilanci, Imu, Tari, modelli 730... La vita del commercialista non è semplice, specie oggi, con la crisi che morde. Mordeva già prima della pandemia in effetti, morde con la pandemia, morderà anche dopo di essa. C'è un rifugio però. Un diversivo, alla latina: “divertere” che significa guardare altro, guardare altrove. È un modo per non essere sopraffatti, per ritrovare energie, per avere uno sguardo diverso anche sui conti. Per tornare a lavorare cambiati e impegnarsi ancora.





...

“Spaccati di vita in una società che ha affrontato la guerra ed è rinata”. Quanto è rimasto di quel periodo? Quanto ci siamo lasciati alle spalle? “Un libro che tocca nel dettaglio le scelte politiche del tempo e la quotidianità monteleonese”. “Conoscere la storia dei nostri Paesi ci permette di apprezzarli fino in fondo”.