...

Vintage vintage vintage. Sicuramente! Ma vintage di qualità. Di alta qualità. È il bazar di Lorenzo Rossini, in Corso Cavour, a Fermo. Due vetrate, due stanze. E un ritorno al passato. Entrate e tornerete indietro di oltre 50 anni! Quando i negozi di dischi diffondevano musica e vendevano Demis Roussos, I Camaleonti, Don Backy, i New Trolls, e, ovviamente, Beatles e Rolling Stones. La parete lunga del negozio di Lorenzo è occupata dai 33 giri. Sistemati, spolverati, ripresi in mano più volte e, forse, anche accarezzati.


...

Al vecchio che passeggiava sino a poco tempo fa intorno alla Quercià de Capita', sul colle dove oggi sorge l'Officina del Sole, tra i paesi di Rapagnano, Magliano di Tenna e Montegiorgio, 70 anni prima il prof. Flaminio Fidanza aveva consigliato di respirare proprio quell'aria lì, più energetica che altrove. Gli avrebbe fatto bene. Così come gli avrebbe giovato la cura dell'orto una volta in pensione. Gli orti sarebbero stati una risposta efficace all'invecchiamento del corpo e della mente. Fidanza non era l'ultimo arrivato. Era docente universitario e tra i più illustri nutrizionisti a livello internazionale. Propugnava gli orti.


...

Quando le propongo Veronica come nome di fantasia colgo da skype, con cui siamo collegati, una leggera smorfia di diniego. Le domando allora quale vorrebbe. «Camilla andrebbe bene», risponde. E Camilla sia! La mia interlocutrice è una ragazzina di 14 anni, esile, sguardo sveglio, occhi curiosi. Figlia unica di una coppia di amici. Abita l'entroterra fermano. Frequenta il primo anno di un liceo a Fermo. Mi ha chiesto anonimato per sé e per la sua scuola. Non perché ci sia qualcosa di compromettente, ma perché è molto riservata, e non ama mostrarsi. Però ha qualcosa da raccontarmi, qualcosa di lei, delle sue emozioni, di come vive questa stagione.


...

Il prossimo 25 novembre sarà la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. «La Giornata Internazionale – recita l'agenzia ONU-ITALIA - è stata istituita partendo dall’assunto che la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani». Occorre sensibilizzazione, dunque. Occorre una nuova cultura. E occorrono strumenti idonei. Come i Centri antiviolenza.


...

Una donna, giovane, dai capelli lunghi e scuri; un uomo, poco più alto di lei, poco più adulto di lei. E poi, un paesaggio di quasi montagna. Forse un borgo, dai colori autunnali, caldi: una casa, alcuni, tetti, un campanile che si slancia al cielo. E le montagne attraversate da stormi di uccelli. È probabilmente un ultimo tramonto prima dell'inverno. Poi, all'improvviso una mongolfiera. La coppia che vi sale, il pallone che s'innalza. Voglia d'infinito.


...

Lunedì scorso la Dieta Mediterranea ha compiuto dieci anni. Due lustri cioè dal riconoscimento di patrimonio culturale immateriale dell'Umanità da parte dell'UNESCO. La ricorrenza è stata festeggiata con un brindisi virtuale, il giorno successivo, dai componenti il Laboratorio Piceno della Dita Mediterranea costituitosi a Montegiorgio a ridosso di quell'evento del 2010. Gli auguri alla Dieta sono arrivati anche dal noto giornalista ed esperto di gastronomia Paolo Massobrio che ha ripreso le parole del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa: «La Dieta Mediterranea costituisce una tradizione che unisce insieme più generazioni in una saggezza millenaria».


...

C'era un negozietto una quindicina di anni fa al termine del loggiato ricco di piazza del Popolo a Fermo. E dentro ci operava, ma soprattutto esponeva, una giovane simpatica ed effervescente: Anna Maria Bozzi. Un negozio di oggetti in terracotta. Sui brevi scaffali si allineavano brocche, bicchieri, vasi, contenitori diversi etc. Potevano essere un gadget per turisti e pezzi artistici per amanti di quel genere di prodotto. Prodotto che Anna Maria realizzava con le sue mani, usando terracotta appunto, forno, torni e strumenti vari.


...

Paolo Calcinaro sta meglio. È stato dimesso dall'ospedale. È tornato a casa. Lo abbiamo raggiunto perché ci raccontasse la sua esperienza umana prima che da sindaco di Fermo. Ci interessava capire quali sensazioni e quali riflessione abbia fatto nei giorni di ospedale. Il Covid cambia la vita e lo sguardo sul quotidiano


...

Una proposta per uscire dalla crisi! È quella lanciata dalla Fondazione San Giacomo della Marca in collaborazione con il COSVIM-Finanza integrata, e contenuta nel Rapporto sulla Sussidiarietà 2019/2020 curato dalla Fondazione per la Sussidiarietà di Milano. La Fondazione marchigiana, con sede a Porto San Giorgio, venerdì scorso ha chiamato a raccolta un gruppo di docenti universitari e responsabili di Istituti di Credito e realtà finanziarie tra le più importanti d'Italia.


...

Il Cammino di oggi ci porta nella terra... dei Guaranì, un'area localizzata nel Brasile meridionale al confine con Paraguay, Uruguay, Bolivia e Argentina. Quattro secoli fu lo scenario di un evento unico nella storia, che legò quelle terre alle nostre Marche. A raccontarcelo è Marina Massimi, sangiorgese, psicologa, con un curriculum sterminato di specializzazioni, per decenni insegnante all'Università di San Paolo del Brasile. Insieme ad un gruppo di ricerca, sta portando avanti un progetto sulla storia delle Riduzioni gesuitiche legato all'Istituto di Alti Studi (Instituto Estudos Avançados) sempre dell'Università di São Paulo, che prende il nome di "Tempo, memória e pertencimento" (Tempo, memoria e appartenenza).


...

Quest'anno non li vedremo con la pettorina gialla affaccendarsi dinanzi ai 54 supermercati del Fermano. Non porgeranno il sacchetto, non lo riprenderanno ringraziando all'uscita, non lo depositeranno negli appositi contenitori, non lo trasporteranno alla Freccia dell'Adriatico per caricarlo sui tir diretti al magazzino di raccolta di San Benedetto del Tronto. Quest'anno, a causa del maledetto Covid-19, la Colletta non si farà nelle modalità consuete, quelle che per anni ci hanno interpellato per il senso di festa, per la gentilezza, la capacità di mobilitazione di una marea di volontari di tutte le sigle, e per la grande quantità di alimenti raccolti e che sono serviti a sostenere numerose famiglie e istituzioni: 80 solo nel Fermano. Ma la Colletta alimentare si farà ugualmente.


...

Dai prodotti del campo ai fornelli dei cuochi sino alle tavole di famiglia. Il circuito ci interessa nel suo complesso. Ancora di più se legato a momenti particolari dell'anno. È di queste settimane l'uscita di un bellissimo volume voluto dall'Accademia Italiana di Cucina che, nel Fermano, è presieduta dall'arch. Fabio Torresi. Bellissimo perché ben scritto, ben impaginato, e con stupende immagini. Titolo: “Le festività religiose nella cucina della tradizione regionale. La Quaresima, la Pasqua, il Natale, i Santi Patroni”. È l'ultima produzione che andrà ad arricchire la Biblioteca di Cultura Gastronomica dell'AIC.


...

Torno sulla Metal Roof Srl di Monte Urano. Ne ho appena accennato domenica scorsa, nella rubrica Cammino la Terra di Marca. Me ne aveva parlato un amico come di una azienda artigiana di valore. Poi ho visto l'encomiabile opera compiuta nella ricostruzione del rifugio Zilioli e mi sono incuriosito oltremodo scoprendo che già altri rifugi montani erano stati trattati dall'impresa marchigiana. E ancora di più, dopo aver saputo che in queste ore i dipendenti dell'azienda stanno lavorando per la copertura di tutti gli edifici del Nuovo Centro Nazionale della Lega del Filo d'oro, ad Osimo, che sarà una struttura d'avanguardia in Europa «per l’assistenza, la cura e la riabilitazione degli ospiti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali».


...

Fania Petrocchi, produttrice RAI, origini marchigiane. Il nome deriva dal greco “Luce”. E mai avrebbe pensato di lavorare proprio con la luce delle riprese cinematografiche e televisive. Da oltre venti anni segue per la RAI la produzione di miniserie e serie. Ha lavorato con Carlo Lizzani, Lina Wertmuller, Nino Manfredi e con Gigi Proietti. «Una perdita improvvisa – dice - e per me un autentico dispiacere». Ora sta collaborando con registi più giovani, da Michele Soavi a Simone Spada, che ha firmato le ultime due stagioni della serie poliziesca “Rocco Schiavone”. Ha seguito anche molte coproduzioni internazionali, da “Guerra e pace” al ciclo sulla famiglia dei Medici e sul Rinascimento. Ha lavorato con attori come Jon Voight e Dustin Hoffman, e con autori come Frank Spotnitz, l’inventore della serie “X-Files”. Ma, da buona marchigiana, ha sempre tenuto i piedi ben piantati per terra.


...

Può la finanza contribuire efficacemente allo sviluppo delle comunità locali? Può sostenere le piccole e medie imprese? Esistono esempi cui ispirarsi? E quale politica può supportarla? Sono solo alcune domande cui si cercherà di dare risposte venerdì prossimo in un importante convegno dal titolo Sussidiarietà e Finanza sostenibile. Convegno di caratura nazionale. L'iniziativa è stata presa dalla Fondazione San Giacomo della Marca, dalla Fondazione per la Sussidiarietà e dal COSVIM-Finanza Integrata d'Impresa, in collaborazione con Intesa San Paolo, Riverrock, Consulta tra le Fondazioni Casse di Risparmio Marchigiane, SACE-Gruppo CdP e MAMACROWD.


...

Alzi la mano chi non è mai passato per il rifugio Zilioli? Se facessimo un sondaggio, constateremmo che pochi o nessuno la alzerebbe, perché gli appassionati dei Monti Sibillini hanno incontrato sui loro passi il celebre rifugio. Vi hanno sostato, vi si sono riparati, vi hanno dormito prima di raggiungere la cima del Vettore, o Pizzo del Diavolo, o per raggiungere da sopra il Lago di Pilato. Solo che anni di vandalismi, abbandoni e soprattutto scosse telluriche lo avevano reso mucchio di pietre. Ancora lo scorsa estate si trovava in situazione deprecabile. Cioè: non era più rifugio, solo pietrame al vento. Ma tornateci oggi, andate a vedere cosa è avvenuto nelle prime due settimane di ottobre.


...

Sarà che quel tempo è ormai prossimo, così l'attenzione per gli anziani si fa più spiccata, in me. E con essa la voglia di sostenerli, valorizzarli, non renderli scarti come ci invita a fare sempre più spesso papa Francesco. Non scarti: persone, invece: uniche, irripetibili, in rapporto con gli altri! Non ghettizzarli, non rinchiuderli, allora, non separarli, non lasciarli solitari consumarsi e dolersi del tempo che fu. «Si è spento» si diceva un tempo di quei novantenni, centenni che piano piano avevano lasciato questa vita, pacificati con se stessi e con il mondo che ruotava loro intorno.


...

«Se si fanno le cose mettendoci amore, quell'amore ti ritorna. Se hai un atteggiamento positivo verso la vita, la tua vita sarà più piacevole». La firma è di Haruki Murakami, scrittore giapponese. Il significato profondo è un po' la bussola e l'atteggiamento di vita cui si ispira Gioia Gioiosa, una donna che ha ritrovato il gusto della manualità ora che è pensione e che il tempo è meno tiranno. Gioia Gioiosa! La chiamano così a Campofilone, dove vive con la famiglia, le persone che incontra al supermercato, in farmacia, per strada.


...

Lo chiamano Centro Ippico Collina Rosa, probabilmente perché contrada Camera a Fermo si tinge di quel colore a primavera, con peschi e mandorli digradanti: esplosione di vita. Ma ora che ci vado, ed è autunno, i diversi colori verdi e il giallo/marrone delle foglie danno l'idea di una terra che si sta felicemente addormentando. Non dormono, invece, anzi sono ben sveglie, dritte come fusi, le adolescenti a cavallo. Quando arrivo, nel recinto/tondino ce ne sono una decina. Cavalcano bei cavalli snelli, qualcuno che conosco è piuttosto spumeggiante.


...

Mi trovo in municipio a Fermo, nell'ufficio che il neo assessore Annalisa Cerretani divide per il momento con la collega alla Cultura Micol Lanzidei. Il sindaco Paolo Calcinaro ha affidato alla Cerretani il settore Turismo con deleghe alle Politiche del lavoro, Personale e Attività produttive. Non poco. Anzi. Il Turismo sembra tra le non molte opportunità che la nostra Terra di Marca potrà giocare positivamente negli anni a venire.


...

Questo Covid porta con sé qualcosa di maligno dentro. Di malefico. Diabolico. Una carica negativa contro la persona e contro ciò che aggrega, mette insieme, costruisce gruppi e comunità. Esso separa, scioglie, tiene lontani gli uni dagli altri. Rompe relazioni, ostacola gli affetti. Fa saltare i legami. Ci rifletto in vista di due giornate particolari: la festa di Ognissanti e la commemorazione dei defunti.


...

Noi adulti parliamo spesso dei ragazzi, li guardiamo e li analizziamo con il distacco degli esperti da laboratorio. Ma, in pratica, li abbiamo mai valorizzati, fatti parlare, sentiti e visti in azione? Conosciuti per quel che sono, sentono e sperano? Sabato l'altro m'è capitata una cosa piccola piccola, ma forse anche grande grande. Passavo a piedi lungo la “strada nuova” di Fermo e come sempre ho dato una sbirciatina a Stazione 41. La radio web nata tre anni fa occupa, a piano terra, lo spazio di un vecchio negozio in una non certo bella costruzione realizzata in grigio cemento armato. Però l'interno di Stazione 41 è tutt'altro. I colori sono caldi, l'arredo accattivante.


...

Il libro del futuro incerto e della speranza. Di quello che dovremmo essere per evitare una drammatica e irreversibile crisi. “Terra Futura” è il dialogo serrato tra due personaggi: Jorge Mario Bergoglio e Carlo Petrini, il papa dei cattolici e l'agnostico ex comunista fondatore di Slow Food e ideatore della rete internazionale di Terra Madre. Se ancora esistessero le distinzioni di un tempo: l'acquasanta e il diavolo. Ma le distinzioni sono sparite. E di fatto, i due personaggi cercano punti di contatto non quelli di scontro, e non da ora. Perché l'urgenza è tale che non ci si può dividere. E l'urgenza è la crisi ecologica della Terra che è la «stessa crisi della civiltà tecnico-scientifica».


...

La prima cosa che gli domando è se posso definirlo artigiano della pizza. «Certo che sì. È esattamente quel che penso del mio lavoro». Sono all'interno del My Pizza, in piazza del Popolo a Fermo. Il locale è stato aperto il 20 ottobre del 2019. Fuori sta correndo la Mille Miglia. Dentro, mascherina d'ordinanza, Matteo Malaspina mi racconta della sua professione. Matteo ha 27 anni, fermano doc, ha girato il mondo. Prima di inquadrarvelo, parto però proprio dalla pizza e da quell'atteggiamento positivo, sorridente, speranzoso, che lo rende simpatico già al primo contatto. Pizze d'ogni tipo escono dalle sua mani. Ma con alcuni punti fermi e inderogabili: l'uso di farina esclusivamente biologica e prodotti a km. zero.


...

La struttura è grande, i locali ampi, luminosi, tirati a lustro quotidianamente, il verde circonda una porzione di fabbricato. La sede del Centro Servizi Orizzonte si trova a Macerata lungo la strada che porta a Villa Potenza, là dove la periferia si fa campagna con il suo patrimonio di tranquillità e senso di pace. Il Centro Servizi nasce nel 2014 come uno dei bracci operativi della cooperativa sociale Il Faro. L'intento è quello di offrire un servizio di alto livello per i disturbi evolutivi riguardanti i bambini, i ragazzi e, come ovvio, le famiglie.


...

Da più parti si chiede a gran voce un marchio distintivo per il Fermano. Un marchio che unifichi mare collina monti, prodotti di qualità, bellezze artistiche, paesaggistiche, storiche, turismo e agricoltura, salute e gastronomia, rispetto della natura e coscienza del non spreco. Un collante efficace, insomma. Ma siamo sicuri che il brand non esista già? E pure, viaggiando lungo la strada Faleriense verso monte, s'incontra il segnale stradale di Montegiorgio che indica “Città della Dieta Mediterranea” con un logo accanto: un tempio greco e una serie di iscrizioni. Salendo più su è la volta di Smerillo il cui cartello recita: “Terra della Dieta Mediterranea”, stesso loghetto, stesse scritte.


...

La vita è relazione. La si praticava un tempo. La si riscopre oggi, come necessità e come resistenza. Perché anche il Covid 19 sembra portare con sé, oltre alla carica della nefasta malattia, un maligno intento di dividere, staccare, di rompere legami. Di sfracellare relazioni. Ma non si può vivere così. È sicuramente quanto pensa Giovanni Di Girolami, di Corridonia, 23 anni, laurea triennale a marzo scorso a Rimini in “Educazione sociale e culturale”. Giovanni, ora iscritto a Macerata per la Magistrale a “Scienze pedagogiche”, è impegnato a ricostruire gruppi, a ritessere piccole trame di popolo.


...

Scarpe e accessori. Accessori e scarpe. E un tempo anche produzione di macchine per calzaturifici. Montegranaro la pensiamo ancora così. Magari dimenticando la suggestiva cripta di Sant'Ugo o il granarium romano e benedettino. Poi, capita che un amico conduca un gruppo di persone a visitare una moderna struttura in quella periferia che già si fa campagna. E così si scopre un frantoio all'avanguardia: super attrezzato, super moderno e pure dal cuore antico dei suoi conduttori. Faccio parte della compagnia ed entro nei locali. A farci da guida è la proprietaria: la signora Barbara Pacioni, titolare dell'omonima azienda agricola.


...

Officina 58. La s'incontra lungo Corso Cavour, a Fermo, al civico, appunto, 58. Una vetrina, due stanze a prima vista, e oggetti d'arte in esposizione. Sembra un atelier. È anche un laboratorio. Me lo conferma Simona Bianchini, una delle due socie: l'altra è Carla Cicconi. Nei periodi di pandemia le due artigiane – artiste sono andate in Officina un po' meno rispetto all'usuale. Il nome di Officina lo hanno scelto proprio perché, spiega Simona, rimanda ad «ingranaggi mentali che sono in movimento». Qualcosa di attivo, organico, e integrato.


...

Un uomo un libro un manifesto. E un movimento meta-politico. Lui è Alberto Contri, docente di comunicazione sociale all'Università IULM di Milano, per venti anni presidente della Fondazione Pubblicità Progresso, e Grand'Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il libro s'intitola “La sindrome del Criceto”. «Allo stato brado – si legge in un passo – il criceto può sopravvivere perché la natura lo ha dotato della capacità di correre velocissimo per sfuggire ai predatori. In cattività, chiuso in una gabbietta, se non si tiene in allenamento cade in depressione».


...

Il Fermano non ha avuto rappresentanti in Giunta. Se ne sta dibattendo in questi giorni. La sinistra userà l'improvvida scelta del neo presidente Acquaroli come cavallo di battaglia. Improvvide e poco accorte anche le scelte delle segreterie nazionali dei partiti vincitori. Ma queste sono lontane dalle realtà locali. Un tempo, quando i partiti erano strutturati e democraticamente vivi, anche il segretario della più piccola sezione del più piccolo paese poteva recarsi dal suo segretario nazionale magari portando con sé una fiasca di vino buono e un paio di morbidi capponi.


...

Quando Dostoevskij scrisse che la bellezza avrebbe salvato il mondo, probabilmente intendeva sottendere che la bellezza, come spiegava il prof. Elio Sindoni, «è l'unica forza che non può essere assoggettata da nessun potere e da nessuna ideologia, da nessun dolore e da nessuna guerra». E la frase sembra echeggiare un altro grande russo: il filosofo Solovev, che vergava: «La bellezza è necessaria alla piena realizzazione del bene del mondo, perché solo essa illumina e doma la tenebra malvagia del nostro mondo». Lezioni di bellezza dunque e lezioni di vita. Per crescere, per costruire una persona diversa.


...

Questa è la storia di due “contadini-panificatori”, e di un forno di comunità. Loro sono Raffaele Pozzi e Ilaria Santandrea. Hanno dato vita nel 2016 alla Società agricola TerraProspera. Hanno anche un «socio», che si chiama Levante, di 18... mesi: il figlio. Lui arriva dal Piemonte, lei dalla Lombardia. Lui era consulente ambientale, con la voglia di costruire e far crescere un distretto dove l'agricoltura, quella tradizionale, avesse un ruolo importante, dove agricoltori, produttori, bottegai, semplici cittadini si ritrovassero in una sorta di economia circolare.


...

«C'è un rischio disintegrazione delle piccole e medie imprese. Occorrerebbe un'aggregazione, un rimettersi insieme, un farsi sentire...». A dirlo è Luigi Amedeo Antinori, imprenditore di Montappone, due aziende da dirigere come presidente del CdA: l'Apunis e la Complit. Una ventina di dipendenti in tutto. Antinori è stato presidente della Piccola di Confindustria Marche nei primi anni del Duemila.


...

Dieci cavalli, dieci cavalieri e un itinerario di circa 80 chilometri, da mare a monte. La prima ippovia delle Marche è partita ufficialmente con un nutrito gruppo di amanti del nobile quadrupede. È venerdì 2 ottobre, mattino. L'aria è fresca. Sandro Montironi attende i suoi compagni all'agriturismo Fonte Rossa di Sant'Elpidio a Mare. Arrivano puntuali. Altri si aggregheranno “cammin” facendo. “A buon cavallo non manca sella”, dice il celebre motto. E i cavalieri prima dell'avventura le assestano, le tirano, alzano e piegano le zampe per far meglio sistemare le fasce sotto la pancia dell'animale.


...

Qui ci vuole J. F. Kennedy. E quella frase del 1961 che il Presidente USA pronunciò al momento del suo insediamento: «Non chiedete cosa il vostro paese può fare per voi, chiedete cosa potete fare voi per il vostro paese». Un cambiamento di prospettiva dunque, dove ogni persona può impegnarsi direttamente per un pezzetto del suo comune, della sua terra, del suo vicinato. Rinunciando alle recriminazione. E rimboccandosi le maniche. Ci ho pensato quando ho scoperto che Sonia Trocchianesi, insieme alle indispensabili e inseparabili Orietta Mecozzi e Marisa Occhiodoro, ha iniziato a pulire le scarpate delle strade di Fermo.