Porto San Giorgio, spaccio e micro criminalità: presidiate alcune zone della città segnalate

2' di lettura 04/12/2020 - Continuano i controlli di sicurezza della Polizia di Stato, finalizzati al contrasto dei reati ed alla verifica del rispetto delle disposizioni emanate a tutela della salute di tutti i cittadini ribadite nel DPCM firmato nella sera di ieri.

Accertamenti a tutto campo ed in forza condotti dalle Volanti, Squadra Mobile, Scientifica e Polizia Amministrativa con l’ausilio dell’unità cinofila della Guardia di Finanza.
Posti di controllo e controlli dinamici su persone, veicoli, luoghi di aggregazione ed esercizi pubblici.
70 le persone identificate, 40 i veicoli verificati ed altrettante le autodichiarazioni ritirate sulle quali sono in corso i controlli di rito.
Ma soprattutto sono stati presidiati alcune zone cittadine oggetto di segnalazioni da parte dei cittadini per episodi di micro criminalità e spaccio di sostanze stupefacenti e per la presenza di soggetti che recano disturbo alla quiete dei residenti.
Verifiche quindi in Piazza Mentana, Piazza Gaslini, Piazza Torino senza tralasciare la Stazione Ferroviaria e le zone adiacenti.
Anche nel corso di questi servizi mirati servizi di prevenzione sono state elevate sanzioni amministrative per il mancato rispetto della normativa connessa alla situazione epidemiologica.
Le dieci sanzioni elevate sono state principalmente determinate dal mancato possesso della mascherina di protezione in luogo pubblico o del mancato utilizzo dei dispositivi di protezione.
Nell’ambito dei controlli agli esercizi pubblici di somministrazione, il titolare di un bar è stato sanzionato dai poliziotti della Divisione Amministrativa per non aver rispettato la sospensione dell’attività ribadita dal DPCM di ieri e rispettata da tutti gli altri esercenti, consentendo l’accesso di un cliente che aveva appena terminato una consumazione seduto all’interno mentre quest’ultimo è stato sanzionato per il mancato utilizzo della mascherina di protezione.
Ma anche controlli di sicurezza nei confronti di soggetti sottoposti dal Tribunale a misure restrittive della libertà personale. Tra questi, un giovane straniero (vedi comunicato del 6 novembre 2020) noto alle Forze dell’ordine per i suoi reati contro il patrimonio, la persona e in materia di spaccio di sostanze stupefacenti, sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con l’obbligo di non allontanarsi dalla propria abitazione in determinate ore, non è stato trovato presso il suo domicilio e dopo qualche ora, al suo rientro, ha trovato ad attenderlo il personale della Polizia di Stato che lo ha denunciato all’Autorità Giudiziaria.




Questura di Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2020 alle 17:00 sul giornale del 05 dicembre 2020 - 370 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comunicato stampa, Questura di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEHh





logoEV
logoEV