Porto S.Elpidio: inaugura martedì 24 novembre il nuovo Centro Tamponi

3' di lettura 21/11/2020 - Il progetto è partito dal Comune di Porto Sant'Elpidio in collaborazione con le Farmacie Comunali e le cliniche private BIOTRE e SALUS.

Tutto pronto per l'apertura del Centro Tamponi rapidi, che inaugurerà ufficialmente martedì 24 novembre e sarà aperto dal lunedì al sabato dalle 8,00 alle 11,00.

È stato organizzato un percorso che inizia dal parcheggio del Teatro delle Api e si snoda all'interno della palestra del polo scolastico Carlo Urbani, separata dalle aule scolastiche da una porta che la isola completamente. All'ingresso sarà obbligatoria la misurazione della temperatura corporea, effettuata dai volontari della protezione civile, a seguito della quale si potrà accedere per effettuare il tampone. Il secondo step sarà quello dell'accettazione, che apre a due percorsi distinti: quello gratuito per il pubblico e quello privato a pagamento. Coloro che presenteranno una temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi potranno ugualmente usufruire del servizio in una zona esterna allestita per l'eventualità.

Chi può accedere?

Il servizio del tampone rapido gratuito è dedicato a tutti i cittadini di età inferiore ai 6 anni e superiore ai 65 che abbiano ricevuto prescrizione medica dal proprio medico di base.

Tutti gli altri cittadini possono effettuare il tampone a pagamento semplicemente prendendo il proprio numero all'ingresso e attendendo in sala d'attesa. Per gli esenti si è fissato il numero massimo di presenze giornaliere a 60, mentre gli altri potranno entrare ed aspettare il proprio turno.

"Non sappiamo dire quanti tamponi al giorno faremo presso il Centro – afferma la Dottoressa Mariangela Cosmo, responsabile SALUS – perché già abbiamo riscontrato una decrescita rispetto a qualche tempo fa e siamo passati da 200 a 50 al giorno".

Certamente il nuvo Centro Tamponi sarà utile non solo per smaltire il lavoro dell'azienda sanitaria, già satura di richieste, e delle cliniche private che si trovano a dover gestire le code dei richiedenti tampone, ma anche per poter avere una mappatura completa del virus a livello locale. "Avendo immediatamente il risultato del tampone rapido – spiega la coordinatrice del gruppo dei medici di base e pediatri Dottoressa Loretta Carpicecisi effettuerà subito un tampone molecolare, senza ulteriori tempi di attesa, ed è questo il vero completamento del percorso che ci permetterà di snellire i tempi tecnici che corrono tra il tampone rapido e il tampone molecolare". Quest'operazione consente di avviare la procedura di quarantena del soggetto positivo senza aspettare i giorni che intercorrono tra i due tamponi, così da avere anche un maggior controllo del virus e della sua circolazione.

Numeri

"I medici sono attualmente in possesso di soli venti tamponi ognuno – dichiara il Sindaco Nazareno Franchellucci – per questo motivo l'Amministrazione Comunale ha deciso di stanziare ottomila euro per l'acquisto di 1.500 tamponi, che probabilmente saranno incrementati da qui alla fine dell'anno".

Sono 12 al momento i medici di base e i pediatri che hanno confermato la loro adesione (il 50 per cento dei medici totali della città). Molti medici in pensione e molti neo laureati già iscritti all'Ordine dei Medici hanno già dichiarato piena partecipazione. Saranno presenti nella struttura tre addetti all'accettazione, un addetto all'esecuzione del tampone e due processatori

Il costo del tampone per tutti coloro che non usufruiscono dell'esenzione è di venticinque euro.


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2020 alle 15:49 sul giornale del 23 novembre 2020 - 319 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bCXD





logoEV