Acquaticci (Vox Italia Marche): il covid ha distrutto le fondamenta delle nostre comunità

1' di lettura 26/10/2020 - Le nostre comunità sono state sempre esempio di laboriosità e creatività - scrive Stefania Acquaticci, coordinatrice del circolo provinciale - il settore calzaturiero come quello del cappello hanno fatto conoscere l’Italia nel mondo.

Gli artigiani hanno fatto di questa terra un luogo dove è stato possibile vivere tutti dignitosamente.

E’ bastato un virus (la politica ad essa abbinata) a distruggere quanto costruito in diverse generazioni. Era necessario?
E se era necessario, fare i lockdown e obbligare i cittadini ad abbassare le loro serrande, quali sono stati gli aiuti concreti che sono stati messi in campo per sopportare i danni?
Cosa ha fatto il governo? Cosa la Regione?
Niente di adeguato, se non spiccioli o chiacchiere tanto che il saldo tra le aperture e le cessazioni di attività è di – 64.

Che faranno le attività artigianali e le partite IVA se si continuerà con questa politica del lockdown?
Le tasse non diminuiscono, l’accesso al credito impossibile.

Vista l’inerzia della politica – continua l’Acquaticci - abbiamo un’unica strada percorribile: Unirci e trovare soluzioni insieme.

Molte sono le persone con competenze sia a livello nazionale che locale, che sono impegnate a trovare soluzioni concrete da mettere subito in pratica: una fra tutte la moneta complementare a corso nazionale, moneta virtuosa capace di rigenerare l’economia.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2020 alle 06:52 sul giornale del 27 ottobre 2020 - 349 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, comunicato stampa, Vox Italia, vox, vox marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzHX





logoEV
logoEV