Altidona: al via i lavori per l'opera di difesa del tratto costiero

2' di lettura 16/10/2020 - Firmato il verbale di consegna effettiva dei lavori per la costruzione delle scogliere nonché della messa in sicurezza del litorale Nord di Altidona.

La firma avvenuta pochi giorni fa tra il Comune di Altidona e la ditta Ubaldi Costruzioni S.p.a. ha sancito l'inizio di un rinnovamento di quel pezzo del litorale a Nord di Marina di Altidona sprovvisto di scogliere. La cronistoria di tale progetto parte nel 2017 quando, attraverso un accordo tra comune, regione e Rfi, viene stabilito un finanziamento di 4 milioni di Euro per la messa in sicurezza del tratto in questione. Motivo di tale decisione sono i forti fenomeni erosivi che non solo hanno consumato la quasi totalità di quel pezzo di costa, ma hanno anche minato la sicurezza della rete ferroviaria, raggiunta ormai pericolosamente dal fenomeno dell'acqua alta.

A seguito della convenzione tra Regione e Rfi e di alcuni studi condotti dall'Università Politecnica delle Marche di Ancona, Altidona delega il Provveditorato Interregionale per le Opere pubbliche alle fasi successive di progettazione ed assegno dei lavori arrivando alla gara d'appalto svoltasi nell'Estate 2019 che verrà vinta dalla Ubaldi Costruzioni S.p.a. di Maltignano. A causa di alcuni rallentamenti dovuti a problemi tecnici, ricorsi al tar, peraltro respinti, ed in più l'emergenza sanitaria attualmente in atto, si arriva a Mercoledì 14 Ottobre quando viene firmato il contratto d'appalto con il quale si consegnano effettivamente i lavori alla ditta appaltatrice. Termine dei lavori previsto per fine Agosto 2021.

«Sicuramente questo è un tassello molto importante per il nostro territorio per cui non possiamo che ringraziare la Regione Marche, RFI ed il Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche che hanno dato il loro benestare». A parlare è la sindaca di Altidona Giuliana Porrà che tende a sottolineare che «la soddisfazione è massima perché l'opera in sé risulta senza precedenti per Altidona, un comune che conta appena 5 mila abitanti. Con questi lavori verranno creati 3 km di spiaggia, oltre la messa in sicurezza della ferrovia, attraverso i quali passerà anche un tratto della ciclovia adriatica».

Già, perché parallelamente, partiranno i lavori di realizzazione della pista per il completamento del tratto della ciclovia che si incastra in un altro progetto di riqualificazione nonché di promozione turistica del territorio riguardante le Ciclovie dell'Aso. «Nell'insieme -conclude Porrà- il ripascimento di un tratto di costa oramai eroso dagli agenti atmosferici è un lavoro assai importante che contribuisce ad una maggiore riqualificazione del territorio altidonese. Non possiamo fare altro che ritenerci veramente soddisfatti del progetto».








Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2020 alle 17:56 sul giornale del 17 ottobre 2020 - 282 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, spiaggia, altidona, scogliere, opere pubbliche, litorale nord, rete ferroviaria italiana, provveditorato, rfi, articolo, Luigi De Signoribus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byP2





logoEV
logoEV