Sant’Elpidio a Mare: il Partito Democratico fa il punto dopo le elezioni

3' di lettura 01/10/2020 - Ad oltre una settimana dalle elezioni regionali che hanno visto la sconfitta del centrosinistra marchigiano dopo 25 anni, il Partito Democratico elpidiense fa un’analisi del proprio operato e guarda al futuro.

Le elezioni del 20 e 21 settembre 2020 hanno rappresentato una svolta importante nella storia politica regionale marchigiana, dal momento che la vittoria del candidato di centrodestra Francesco Acquaroli ha segnato la prima sconfitta del centrosinistra dopo 25 anni. Per il Partito Democratico elpidiense, che ha comunque ottenuto un buon risultato sul territorio comunale (oltre il 15% delle preferenze, con più di 1000 voti raccolti), è ora il momento di riflettere su ciò che è stato fatto e guardare al futuro. “I nostri candidati si sono impegnati al massimo in queste elezioni, e siamo scesi in campo con rispetto e correttezza, consapevoli del fatto che anche il nostro sindaco era candidato a sostegno di Mangialardi, seppur con un’altra lista” spiega il Segretario del PD elpidiense, Loredana Marziali; “negli ultimi anni, grazie soprattutto al prezioso contributo di Fabiano Alessandrini, il Partito Democratico di Sant’Elpidio a Mare è stato protagonista di una grande fase di rinnovamento: lo dimostrano i consiglieri comunali, tutti nuovi nell’ultima tornata elettorale e attualmente a ricoprire cinque scranni del consiglio comunale, la nomina del nuovo Segretario comunale e di circolo e del nuovo Capogruppo consiliare”. Molta è anche la soddisfazione per il 15% raggiunto sul territorio comunale, frutto del lavoro svolto soprattutto dagli assessori presenti nell’amministrazione Terrenzi. “Siamo consapevoli che c’è ancora molto da migliorare e tanto lavoro da fare, ma siamo pronti a continuare a fare la nostra parte facendo tesoro dei risultati ottenuti per creare nuove sinergie coi nostri concittadini” conclude il Segretario del PD elpidiense.

Per Roberto Gallucci, capogruppo del Partito Democratico elpidiense, il focus in questo momento così difficile deve essere rivolto soprattutto ai cittadini e alla città di Sant’Elpidio a Mare, abbandonando le inutili diatribe politiche. “Abbiamo già fatto tanto per il sociale” ricorda Gallucci, “tra gli svariati provvedimenti, vorrei ricordare la decisione, in accordo con l’ambito e la cooperativa del servizio in questione, di inviare un operatore a domicilio per le famiglie con disabilità gravi durante il lockdown, oppure, per le aziende, il taglio del 20% della Tari per le attività chiuse durante il lockdown”. La fase di ripresa post-lockdown è un altro punto su cui Gallucci intende concentrarsi: “l’idea”, afferma, “è quella di studiare un intervento anche rivolto alle utenze private, dopo il supporto che abbiamo cercato di dare alle aziende”. Secondo il Capogruppo, è opportuno continuare a portare avanti i tanti progetti già finanziati in questa amministrazione, come la Scuola Martinelli, il sintetico dell’antistadio Montevidoni, la ristrutturazione della palestra di Casette d’Ete e della scuola Bacci, i marciapiedi in zona Angeli e procedere a qualche intervento mirato nella frazione Luce, attualmente in studio. “È questo quello che i nostri concittadini si aspettano da noi, e ci auguriamo che nel vedere questi progetti realizzati continueranno a sostenerci convintamente”, conclude Gallucci.




Roberta Ripa


Questo è un articolo pubblicato il 01-10-2020 alle 17:32 sul giornale del 03 ottobre 2020 - 515 letture

In questo articolo si parla di politica, articolo, Roberta Ripa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxvt





logoEV
logoEV