Sant'Elpidio a Mare: Terrenzi a Cesetti “Dovrebbero solo ringraziarmi se per il centro sinistra non è stata una disfatta totale"

5' di lettura 26/09/2020 - “L’arroganza di Fabrizio Cesetti è del tutto fuori luogo e denota, purtroppo, un modo di fare al quale gli elettori hanno detto sonoramente no! ”.

Il Sindaco, Alessio Terrenzi, replica a freddo alle esternazioni e alle accuse di Fabrizio Cesetti del post elezioni.

“Vorrei fargli notare che, pur essendo entrato in consiglio regionale, la sua è stata una disfatta su tutta la linea – dice Terrenzi, dati alla mano – soprattutto tenendo conto che si è candidato da assessore uscente e che altri suoi ex colleghi di giunta hanno fatto il pieno di preferenze. Mentre Cesetti è passato dalle 5221 preferenze di cinque anni fa alle 4027 attuali, c’è chi, già seduto in consiglio regionale o assessore come lui, ha avuto risultati ben più entusiasmanti. Vogliamo pensare ad Anna Casini che ha incrementato da 7506 a 7975 voti? Oppure Biancani che ha addirittura quasi raddoppiato passando da 5320 voti di cinque anni fa a 10224? O Mastrovincenzo che, da consigliere regionale uscente è passato da 3943 a 4937 voti? Sono i numeri che parlano e che dimostrano l’operato di chi è stato gradito e di chi, invece, no. L’unico spocchioso dei tanti, guarda caso, è proprio Cesetti che attacca per difendersi!

Io ritengo che, anziché usare un tono arrogante dovrebbe fare un esame di coscienza: dice che i nuovi amministratori dovrebbero ringraziarlo? Ma di cosa? Di aver fatto parte di una giunta che non è stata capace di dare risposte su problematiche importanti come il terremoto o la sanità? Di una giunta che ha scelto di sperperare soldi sul Covid Hospital che (per fortuna) non è servito a niente? E senza pensare al recupero delle strutture esistenti che avrebbe significato investire sulla sanità visto che oggi ci saremmo ritrovati terapie intensive funzionanti su tutte e 5 le province a costo zero per i marchigiani. Io ho sempre lanciato segnali chiari che sono rimasti inascoltati e, magari, è questo il momento giusto per riflettere. Ritengo che debba fare un passo indietro a favore di persone giovani che hanno voglia di fare e che sono, senza dubbio, meno arroganti di lui. E’ ora che metta la sua esperienza a disposizione di altri per far crescere qualche figura nuova, perché è questo che vogliono gli elettori ed è questo che chiede il momento storico che stiamo vivendo. Invece di porsi sempre in prima linea, cosa che fa da anni, ormai, visto che è in politica dal 1992, dovrebbe compiere un gesto di umiltà e prendere atto di quello che gli elettori hanno voluto dire in questa tornata elettorale, che mi sembra piuttosto chiaro.

La verità, e sono i dati che lo dicono, è che i voti che il Pd ha preso a Sant’Elpidio a Mare sono andati al partito in quanto tale, non ai singoli candidati: gli elettori elpidiensi non lo hanno votato, non hanno espresso preferenze dimostrando, così, la fiducia nelle persone. Non c’è altro da dire.

Punta il dito contro di me e mi accusa di aver solo fatto perdere voti: ma veramente crede che chi ha votato Alessio Terrenzi avrebbe dirottato i propri voti sul Pd se Alessio Terrenzi non si fosse candidato? Ecco la dimostrazione di quanto poco conosca i territori e di quanto poco conosca la gente che ambiva ad amministrare…

Io sono l’unico ad aver tenuto e ad aver impedito la completa disfatta del centro sinistra: anziché puntare il dito contro di me dovrebbero, lui e il partito, solo ringraziarmi. Gli ricordo, se non se ne fosse accorto, che ero candidato con un simbolo nuovo, area riformista composta da Italia Viva, Demos, Partecipazione Democratica-Civici Marche e Psi per cui il mio risultato, se confrontato con il suo che rientra nell’ambito di un blasonato partito storico come il Pd, è di tutto rispetto, se non migliore: io i voti li ho portati partendo da zero, lui li ha persi. Questa, se vogliamo spostare la discussione sul piano personale, è la realtà dei fatti. Così come la realtà, e se ne dovrebbe fare una ragione, è che il centro sinistra ha perso le elezioni: ha perso anche lui, pur essendo stato eletto. Non sono abituato, però, a fare discorsi personalistici al contrario di un Cesetti che, invece, a scrutini appena conclusi, non perde un attimo per fare il suo personalissimo show. Intervengo oggi solo perché chiamato direttamente in causa. Io sono abituato a lavorare per la collettività, a difendere le mie idee quando ritenute giuste per raggiungere l’obiettivo, sono abituato a far presente ciò che non va senza necessariamente allinearmi alla politica, al partito, alle direttive. Quando si sbaglia lo si deve ammettere e non si può sempre mettere la testa sotto la sabbia per quieto vivere. Siamo chiamati a fare delle scelte, a batterci per le nostre collettività e non a fare gli uomini di partito come lui è abituato a fare.

Qualcuno, ai vertici del partito, ha dimostrato di essere più intelligente di lui e qualcuno (è notizia di ieri) ha fatto un passo indietro: sono sempre più convinto che serva forte discontinuità con il passato e bisogna fare largo a persone giovani, con nuove idee e nuovo entusiasmo. Se è questa la linea, intelligente, del Partito, allora abbiano il coraggio di fare un vero passo di rinnovamento: Cesetti si dimetta, si dimetta a seguire anche Giacinti che sono il volto della vecchia politica che non piace più agli elettori e lascino il posto (mettendo a disposizione la loro esperienza) a volti nuovi, a persone giovani come possono essere la Pasquali o la Illuminati. Questa sarebbe una grande dimostrazione di lungimiranza politica e vera voglia di cambiamento. Non solo le solite chiacchiere che non incantano più nessuno.

Per quanto mi riguarda, l’ho scritto ieri ad Acquaroli e lo ribadisco, come uomo delle istituzioni sono pronto a collaborare con la nuova giunta e il consiglio regionale tutto ponendomi un solo obiettivo: il bene dei cittadini, della collettività, dei territori.


da Alessio Terrenzi
Sindaco di Sant'Elpidio a Mare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2020 alle 10:34 sul giornale del 28 settembre 2020 - 4394 letture

In questo articolo si parla di politica, Sant'Elpidio a Mare, alessio terrenzi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bw5h





logoEV
logoEV