Fermo: cancellata la squadra di serie C di pallanuoto senza preavviso, niente campionato 2020-21

4' di lettura 20/09/2020 - I giocatori: "Ci sentiamo arrabbiati e anche un po’ presi in giro da una società che da sempre ha osteggiato in vari modi diretti e indiretti e alla fine impedito la possibilità di continuare a mettere testa e corpo in uno sport che amiamo"

La serie C di pallanuoto non esiste più a fermo, da atleti lo abbiamo scoperto improvvisamente dal web con la presentazione del nuovo tecnico della Fermo Nuoto e pallanuoto. La prima squadra cancellata senza neanche una telefonata o un arrivederci, dopo anni passati in piscina ad allenarci e pronti a ricominciare l’attività agonistica, dopo una stagione interrotta agli inizi del campionato per via del COVID. Ci sentiamo arrabbiati e anche un po’ presi in giro da una società che da sempre ha osteggiato in vari modi diretti e indiretti (basta dire che non ci venivano forniti palloni nuovi per allenarci) e alla fine impedito la possibilità di continuare a mettere testa e corpo in uno sport che amiamo e per cui spendiamo da sempre tempo e denaro (trattasi di sport autofinanziato e non retribuito ndr) in allenamenti duri ed in orari impossibili. Considerando che la storia della pallanuoto fermana è tra le più antiche delle marche e che ha visto negli anni la crescita di talenti importanti a livello nazionale e internazionale.

La società è naturalmente libera di decidere a quali categorie di campionato partecipare, visto che nessuno ce le ha spiegate non abbiamo capito quali principi e scelte sono state fatte, sicuramente non economiche visto che la FIN (Federazione Italiana Nuoto) ha già detto che, vista l’interruzione dei campionati della scorsa stagione, non sono previsti pagamenti per l’iscrizione, forse qualcuno ha pensato di incassare qualcosa da questa scelta? Inutile dire che la prima squadra rappresenta un punto importante di riferimento e di crescita anche per le giovanili, che possono allenarsi e guardare con prospettiva verso un traguardo da raggiungere. Siamo atleti di diverse generazioni che praticano questo sport da tanti anni e che con lo staff tecnico ha fatto da accompagnatori a tanti ragazzi.

La domanda sorge spontanea, e soprattutto la risposta non è scontata; siamo sicuri che la Fermo Nuoto e Pallanuoto faccia gli interessi sociali ed educativi della città di Fermo e non quelli del gestore toscano della piscina?

L’amministrazione comunale, va dato atto, è sempre stata molto presente e attenta alla questione, ma di fatto non ha potuto fare molto, o meglio si è spesa affinché tutto il settore non fosse cancellato con un colpo di spugna (tra le ipotesi paventate dalla gestione, poi hanno fatto due conti rispetto alle quote). Domande semplici, lecite alle quali una gestione di un impianto pubblico ed un ente pubblico rappresentato dal comune dovrebbero rispondere. Lo sport è un qualcosa di centrale per la crescita di un bambino e di un giovane, uno sport duro e di costanza come la pallanuoto rappresenta un riferimento pedagogico ed educativo importante, in un momento in cui si è poco abituati ad aspettare per raggiungere obiettivi, nella pallanuoto se non ti alleni non riesci a giocare, hai bisogno di continuità e di tanta determinazione. Tutte qualità che diventano utili e importanti anche nella vita di tutti i giorni e che spingono alla crescita di consapevolezza e determinazione. “I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione. (Mohammad Ali)” Ma voi chi siete? per togliere tutto questo a dei ragazzi, persone, atleti che coltivano il desiderio della partita sognando una vittoria secondo dopo secondo per 4 lunghissimi tempi. Ma voi chi siete? Probabilmente due domande bisogna farsele, oltretutto in una situazione così paradossale in cui nessuno di noi è stato contatto o sono state spiegate le motivazioni, le cause, i progetti. Ci troviamo a reinventarci spazi e sport o essere costretti a fare chilometri (la squadra più vicina è a Tolentino) per pensare di allenarci e poter nuotare dietro ad una palla gialla. Detto questo, un grosso in bocca al lupo al nuovo mister e a tutto il vivaio della pallanuoto Fermo per la nuova stagione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2020 alle 05:00 sul giornale del 21 settembre 2020 - 530 letture

In questo articolo si parla di sport, fermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwxH





logoEV