Ubaldo Belletti chiude le danze!

3' di lettura 18/09/2020 - Il candidato di Civitas Civici conclude la sua campagna elettorale tra Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano, nel cuore del suo collegio, alla Forneria TOTÒ incontrando gli amici, i collaboratori ed i concittadini.

Per Ubaldo Belletti, nuovo al mondo della politica di cui non è mai stato parte attiva, quelli appena trascorsi sono stati giorni davvero intensi.
Conclude la sua campagna elettorale tra Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano, nel cuore del suo collegio, alla Forneria TOTÒ incontrando gli amici, i collaboratori ed i concittadini.
La serata finale è dedicata ad una carrellata sui vari temi del programma, quelli che ha illustrato durante tutta la campagna elettorale, su alcuni dei quali insiste per l’ultima volta in maniera incisiva.
Le infrastrutture inadeguate che ostacolano lo sviluppo della regione, l’aereoporto che esiste ma non c’è, i problemi dell’industria calzaturiera e di tutti gli altri comparti come turismo, agricoltura, artigianato; settori che soffrono delle carenze strutturali ed organizzative di una gestione politica che possiamo definire bonariamente “migliorabile”. Le difficoltà degli “ultimi” in una sanità sempre più attenta ai risultati economici ed ai bilanci delle aree vaste e sempre meno servizio per tutti i cittadini indistintamente. Basti pensare che se devi fare una radiografia ti mandano ad Amandola, per la densitometria ossea puoi visitare la città di Jesi, per la risonanza devi recarti al mare a San Benedetto del Tronto. Ecco, l’assurdo è questo! Girar in lungo ed in largo una regione per farsi curare, dimenticando che chi ha le possibilità non troverà difficoltà a viaggiare per la regione, mentre il pensionato che non ha più una macchina o non è nelle condizioni di guidare subisce le lunghissime, antipaticissime e tristemente famose liste di attesa. Per assurdo e in modo “buffo” potremmo dire che la sanità ed il turismo per i marchigiani viaggino di pari passo.
La valorizzazione dei borghi, la difesa delle tradizioni culturali ed enogastronomiche e la promozione delle stesse con mezzi convenzionali ed innovativi che possano promuovere la nostra regione in Italia e nel mondo.
Ubaldo Belletti, che ha visitato nel corso del suo tour elettorale alcune aziende, di ogni tipo, ma sopratutto aziende calzaturiere, sottolinea come le problematiche degli imprenditori siano il suo primo pensiero che avrà cura di trasmettere, appena potrà, a chi si occuperà di amministrare la regione Marche, immediatamente dopo la fine della campagna elettorale quando questa sarà solamente un ricordo che lascerà poi spazio al nuovo governo.
“In questi giorni - dice Ubaldo Belletti - in cui tutti fanno promesse di ogni genere, la mia unica promessa, che sono certo di onorare, è quella che riguarda il mio impegno personale per sostenere la mia provincia sotto ogni aspetto sopraelencato. Sarò portavoce delle istanze dei cittadini mettendo a disposizione tutta la mia esperienza maturata negli anni di lavoro nella mia azienda e facendo leva sui miei principi e sui valori che porto con me in ogni cosa che faccio. Partendo dal basso ho il desiderio di raggiungere obiettivi ambiziosi per il bene della mia comunità e della mia terra.”
“Invito tutti - conclude il candidato - ad andare a votare. Questa tornata elettorale è fondamentale perché deciderà o meno il cambiamento auspicato. Occorre ripartire da zero perché così non si va da nessuna parte!!!”


di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2020 alle 14:05 sul giornale del 18 settembre 2020 - 277 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, politica, fermo, notizie, Redazione VivereFermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwpZ





logoEV