Ospedale dei Sibillini e Medicina provvisoria: Ceriscioli visita i cantieri

3' di lettura 16/09/2020 - “I lavori procedono come da programma”. Marinangeli: “Alcuni mesi di ritardo per il nuovo reparto di medicina dovuti a problemi con la ditta e fornitura di materiale. Ne siamo consapevoli e me ne faccio carico”. Il Presidente ha visitato il cantiere dell’Ospedale e l’elisuperficie. “Medicina attiva tra due mesi”.

Prosegue la ricostruzione e proseguono i cantieri post-sisma in tutte le Marche. Nella zona dell’Alto Fermano, la Città più attiva da questo punto di vista è Amandola, che nel 2016 ha toccato con mano i danni del terremoto.

Nella giornata di ieri, il Sindaco Marinangeli e l’Amministrazione hanno ricevuto la visita del Presidente Ceriscioli, che ha voluto vedere di persona come procedono i lavori nei due cantieri più importanti della provincia di fermo per il dopo sisma, ovvero l’Ospedale dei Sibillini e la struttura provvisoria di Medicina.

Prima tappa zona di Pian di Contro, dove, tra la fine del 2021 e gli inizi del 2022, sorgerà il nuovo plesso ospedaliero. Mezzi all’opera e ingegneri che dirigono i lavori senza sosta: “Vedo che i lavori procedono come da programma. L’impegno da parte del Comune e della Regione è continuo – ha spiegato Ceriscioli – la realizzazione del nuovo Ospedale è stata bloccata dalla burocrazia e dagli infiniti iter legati al progetto ed ai fondi, ma la volontà era univoca e ogni parte ha lavorato per velocizzare il tutto e i risultati si stanno vedendo”.

Soddisfatto il Sindaco Marinangeli sull’andamento dei lavori: “La Regione ci ha affiancato e noi stiamo cercando di snellire tutte le procedure. L’Ospedale dei Sibillini è l’opera più importante di Amandola degli ultimi 100 anni e rappresenta il più grande intervento pubblico del post-sisma nelle 4 regioni del Centro Italia”.

A seguire la visita presso l’elisuperfice, un servizio fortemente voluto dall’Amministrazione Marinangeli, che sarà attiva 365 giorni l’anno a 24 H. In chiusura Ceriscioli ha voluto vedere anche i lavori della struttura provvisoria di medicina, che sarebbe dovuta essere pronta per fine agosto.

Ci sono stati dei ritardi, causati da? “E’ vero, abbiamo avuto dei ritardi legati a problemi con la ditta ed alla fornitura dei materiali, siamo consapevoli di questo e me ne faccio carico. Certo, il covid non ha aiutato, allungando tutto ulteriormente – ha spiegato il Sindaco – Ora stiamo procedendo bene, dopo il completamento della struttura si passerà all’accreditamento, all’autorizzazione dell’esercizio e da lì, entro qualche mese, medicina sarà attiva”.

Riguardo alle elezioni regionali 2020, un’ipotetica vittoria del Centro Destra potrebbe influire sulle sorti dell’Ospedale? “Le sorti del nuovo Ospedale sono scritte e chiare ormai da tempo. La struttura si farà e l’avanzamento dei lavori ne è la conferma – afferma Marinangeli – a prescindere da chi salirà alla Presidenza, questa opera pubblica resta una priorità per la zona montana e per la Regione. Non è una questione di campanilismi o di partiti, quando l’idea del nuovo Ospedale ha preso vita, è stata fatta una scelta di cuore e di responsabilità pensando al bene dei cittadini e chiunque sarà eletto come Presidente continuerà in questa direzione”.

Foto di Michele Polucci.








Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2020 alle 00:47 sul giornale del 17 settembre 2020 - 437 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, medicina, Comune di Amandola, elisuperficie, nuovo ospedale, articolo, Presidente Luca Ceriscioli, elezioni 2020, alto fermano, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bv9J





logoEV
logoEV