Sant' Elpidio a Mare: Terrenzi propone l'apertura delle scuole dopo le elezioni

2' di lettura 30/07/2020 - Incentivi regionali per i Comuni che non useranno le scuole come seggi elettorali in occasione delle prossime elezioni del 20 e 21 settembre prossimi: “…ottima cosa – dice Terrenzi – ma in qualità di Sindaco che sta ragionando attorno all’individutazione e adeguamento di altri locali, così come peraltro chiesto di recente dal Ministero, faccio presente che non si tratta di un adempimento da poter effettuare in tempi brevi”.

Parte da queste premesse la missiva inviata dal Sindaco Terrenzi al Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, nella quale avanza una proposta ben precisa: proporogare l’avvio dell’anno scolastico 2020/2021 a dopo le elezioni regionali.
“Nel Comune che mi onoro di rappresentare – sottolinea Terrenzi - il 100% dei seggi è ubicato nelle scuole: essendo un territorio decentrato, per noi non si tratta di trovare uno o due locali ma il discorso è senza dubbio più compleso. I requisiti richiesti affinchè un locale possa fungere da seggio in alternativa alle scuole sono parecchi e l’adeguamento non può essere effettuato in tempi rapidi. Tanto più se da adeguare sono più locali. La miglior soluzione secondo il mio parere è quella di posticipare l’apertura delle scuole a dopo le elezioni modificando in tal senso la delibera della Giunta Regionale n. 538-2019 con la quale si è definito il calendario scolastico regionale per gli anni 2019/2020 – 2020/2021 – 2021/2022. A quell’epoca non erano ipotizzabili ne’ il Covid-19 con tutte le sue conseguenze, ne’ le elezioni regionali in concomitanza con la riapertura dell’anno scolastico 2020/2021 pertanto ad oggi, con il senno del poi, rivedere tale calendario sarebbe non solo scelta opportuna ma anche di buonsenso. Una scelta che la Regione Marche è autorizzata a fare e che, peraltro, è già stata fatta da altre Regioni dove l’anno scolastico inizierà il 24 settembre, dopo le elezioni. Questo permetterebbe anche di risparmiare il fondo che la Regione ha in mente di destinare ai comuni come incentivo inoltre, permetterebbe di evitare una doppia sanificazione dei locali (per le elezioni e, successivamente, per il rientro degli alunni a scuola) e ciò rapprenterebbe un ulteriore risparmio economico e di energie”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2020 alle 00:06 sul giornale del 31 luglio 2020 - 287 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brZ9





logoEV