Porto San Giorgio: Roberto Boninsegna una gradita visita sulle nostre spiagge

1' di lettura 04/07/2020 - Memorabili, tra i tanti, i goal di Italia Germania e Brasile Italia

Bonimba come lo aveva soprannominato Brera per il suo baricentro basso. Roberto Boninsegna il mio mito di quando ero bambino; piansi alla finale contro il Brasile quando il suo goal mi fece sognare per qualche attimo . . . poi fu il tracollo: un’ inesorabile sconfitta.

Quel centravanti potente che ai mondiali indossava la maglia con il numero 20 sulle spalle non l’ho mai dimenticato anche se a differenza dei tanti altri campioni ha fatto poche apparizioni in televisione.

Grande come pochi e nonostante che non fosse altissimo sapeva scegliere il tempo in elevazione ed anche di testa era formidabile.
Per me, talmente formidabile che mi sono arrabbiato (si fa per dire) quando il mio amico pizzaiolo Alessandro di mascalzone latino ha preso l’aperitivo con lui a Porto San Giorgio e me lo ha detto dopo qualche giorno.

Un’occasione persa per esternargli tutta la mia stima che a distanza di anni, quasi cinquanta, è e resterà intatta.
Roberto Boninsegna è stato ospite qualche giorno fa della famiglia Bagalini presso l’Hotel Caminetto deliziato dalla bontà della cucina del ristorante cobà.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 





Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2020 alle 21:09 sul giornale del 06 luglio 2020 - 2341 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto san giorgio, Ristorante, articolo, caminetto, lorenzo bracalente, boninsegna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpQI





logoEV
logoEV